Regionali, il puzzle Pd: Bagnari indisponibile a ricandidarsi, pronto Corsini

Ancora non c’è nulla di ufficiale ma sono in corso le discussioni per trovare la quadra. Confermati Bessi e (quasi certamente) Rontini

ANDREA CORSINI PER

Andrea Corsini

Non ci saranno solo riconferme nelle candidature per la Regione Emilia-Romagna in casa Pd. Il 26 gennaio, infatti, gli elettori dem ravennati potranno come sempre esprimere la propria preferenza scegliendo uno o due candidati (ma nel caso in cui l’elettore esprima due preferenze la seconda deve essere riferita a un candidato di genere diverso dal primo). Cinque anni fa ne furono eletti tre e rimase esclusa Ouidad Bakkali, cosa succederà quest’anno dove più di un pronostico dà peraltro per favorita l’opposizione leghista?

A contendersi l’ambito seggio ci sarà di nuovo Gianni Bessi, al termine del primo mandato, e molto probabilmente anche Manuela Rontini, dopo che è tramontata l’ipotesi di una sua candidatura alle elezioni faentine della primavera 2020.

Pare ormai certo che non sia disponibile all’eventuale bis invece Mirko Bagnari, che cinque anni fa fu eletto raccogliendo consensi nella Bassa Romagna (che ha sempre avuto esponenti di rilievo in Regione) ma anche a Ravenna, dove fu votato dall’ala diciamo più a sinistra del partito. Al suo posto, però, ha dato la propria disponibilità a scendere in campo un big della politica locale: Andrea Corsini. Già assessore al Turismo del Comune di Ravenna, da cinque anni assessore al turismo della Regione nella giunta Bonaccini, Corsini sarebbe pronto alla sfida più difficile: quella dell’elezione in una partita non facile tramite il meccanismo delle preferenze.

Per comporre il puzzle completo manca il nome di una quarta candidata.

CONSAR HOME BILLB 08 – 30 09 20
ACCADEMIA DEL MUSICAL BILLB 17 09 – 04 10 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -30 09 20
REGIONE ER SCUOLA SICURA LEADERB BOTTOM 14 – 30 09 20
COFARI HOME LEAD MID 21 – 30 09 20