Magma e quei luoghi riscoperti e poi qualificati

Magazzino Darsena Cervia

Il Magazzino Darsena di Cervia

Il Magazzino Darsena di Cervia lo ha conquistato appena ci è entrato. Del resto è difficile non rimanere affascinati da questa struttura costruita all’inizio del Settecento. Alex Montanaro, uno dei membri del collettivo Magma, dice che quando si varca la porta di quelle mura è immediato «l’effetto wow». Davanti al gioco di luci e riflessi dell’acqua che entra nel vecchio magazzino, una vista che richiama vagamente quella della basilica di San Vitale, si rimane incantanti. Il Magazzino sulla banchina è un luogo ricco di storia che ora sarà riqualificato:  a metà maggio è arrivato l’annuncio del Comune di Cervia e l’azienda bolognese Fonoprint, su progetto di Leopoldo Cavalli, avrà il compito di portare a termine questo progetto.
Il collettivo Magma è stato uno degli artefici della riscoperta di questo luogo: «I ragazzi della mia età – ricorda il 29enne Montanaro – fino a poco tempo fa non l’avevano mai visto aperto. Io ricordo di esserci entrato tre anni fa con una visita guidata del Fai». Magma lanciò poco dopo un evento in collaborazione con il Comune. Da allora il collettivo è tornato più volte al Magazzino, l’ultima  per la preview del Modulo Fest, a Pasqua.

A metà giugno il Magazzino sarà la location in cui inizierà il festival: il 16 e il 17 giugno al Magazzino Darsena, domenica 18 giugno al WoodPecker, anch’esso oggetto di bando e ormai luogo di elezione del Modulo Fest (vedi anche pagina 8). Si parte alle 18 con dj set, poi si alterneranno nomi importanti della musica elettronica come Palmistry, Peder Mannerfelt e Roly Porter che chiuderà il Modulo Fest domenica.

CONAD VINI PETER ZEMMER MRT 17 02 – 31 03 21

«Cerchiamo di fare incuriosire, se non avvicinare anche l’ascoltatore della radio a questa musica», spiega Alex. L’esca, per così dire, è proprio la voglia di riscoprire dei luoghi dimenticati: «Il fatto che ci siano nuovi gestori è positivo ma spero si tenga conto anche della peculiarità del luogo. Noi vorremmo incontrarli per proporre delle collaborazioni».

Qualche speranza c’è: in fondo Fonoprint è una casa discografica (ha prodotto tra gli altri Lucio Dalla e Vasco Rossi): «In fondo si tratta sempre di musica e arte, inoltre loro sono di Bologna e potrebbero aver interesse a collaborare con qualcuno del luogo».

Se dovesse andare male, Magma non si fermerà: «Non posso anticipare nulla ma abbiamo un progetto molto importante a Ravenna. Inoltre torneremo a Bagnacavallo, al convento di San Francesco. Anche quello è stato dato in gestione da poco. Non voglio dire che sia merito nostro ma sono sicuro di una cosa: il fatto che energie giovani riscoprano luoghi storici e dimenticati è importante perché la cittadinanza si ricordi di questi posti».

CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 31 03 21
SPI CGIL CAMPAGNA TESSERAMENTO BILLB 01 02 – 07 03 2020
ASTRA ECOLOGIA BILLB TOP 01 02 – 01 03 21
RECLAM RPQ WEB MASTER BILLB 15 01 – 31 03 21