Da Roberto Gatto a Enrico Rava: jazz per l’Artusi

Dal primo al 6 gennaio il festival tra Bertinoro, Forlì, Forlimpopoli e Santa Sofia

Enrico Rava

Enrico Rava

Torna con il nuovo anno una nuova edizione dell’Artusi Jazz Festival. Si parte proprio il primo giorno del 2018, alle 16.30, alla chiesa di San Pietro, a Corniolo (Santa Sofia), con il solo per sax e clarinetto del friulano Francesco Bearzatti, tra i migliori musicisti del panorama italiano, per un omaggio a Duke Ellington.

Lo stesso Bearzatti tornerà sul palco del festival (ma al teatro Verdi di Forlimpopoli, dalle 21.30) il giorno dopo (2 gennaio) con il Tinissima Quartet (il nome è un omaggio alla fotografa e attivista Tina Modotti) affiancato da Giovanni Falzone alla tromba, Danilo Gallo al basso e Zeno De Rossi alla batteria per un concerto che omaggia i primi dieci anni della formazione che si muove tra classica, jazz, rock, blues e folk.

CONAD BIRRA NAMUR HOME MRT2 12 – 18 09 19

Il 3 gennaio (ore 21.30) ci si sposta invece a Bertinoro (alla cantina Campodelsole di via Cellaimo 850) per il concerto di un duo pugliese composto da uno dei più importanti trombonisti internazionali, Gianluca Petrella, e dal contrabbassista Marco Bardoscia per un evento realizzato appositamente per il festival dal titolo “Bertinoro-Saturno: andata e ritorno”.

Il giorno dopo, sempre a Bertinoro (dopo il pranzo alla trattoria dlà Benilde in compagnia di uno dei massimi esperti mondiali di Miles Davis, Enrico Merlin) all’ex Seminario appuntamento (dalle 21.30) con un altro trombonista, Filippo Vignato, che presenterà dal vivo il suo album Harvesting Minds, accompagnato dal suo nuovo quartetto completamente acustico: Giovanni Guidi al pianoforte, Mattia Magatelli al contrabbasso ed Attila Gyárfás alla batteria. La serata del 4 gennaio terminerà poi dalle 23.30 all’enoteca Bistrot Colonna con una jam collettiva (e aperta a tutti) con i musicisti del festival.

Il 5 gennaio (da Calboli Dischi, a Forlì) lo stesso Merlin presenterà alle 17 il suo nuovo libro su Miles Davis (che lo racconta giorno per giorno, in una sorta di catalogo d’artista), mentre alle 21.30 l’appuntamento è allo storico Naima Club di Forlì con il quartetto del grande batterista romano Roberto Gatto (Alessandro Lanzoni al piano, Matteo Bortone al contrabbasso, Alessandro Presti alla tromba) che avrà come ospite d’eccezione il chitarrista americano Kurt Rosen­winkel, protagonista poi a sua volta la mattina dopo (il 6 gennaio alle 11 alla chiesa dei Servi di Forlimpopoli) di un concerto solo. Il festival terminerà poi sempre nella giornata dell’Epifania con la conferenza di Enrico Merlin su cinema e jazz delle 16 al centro culturale Pertini di Santa Sofia e con il concerto delle 21.30 al teatro Mentore, sempre a Santa Sofia, con un altro big della scena italiana e internazionale, il trombettista Enrico Rava con il suo New Quartet (Francesco Diodati a chitarra ed elettronica, sezione ritmica affidata a Gabriele Evangelista e al batterista Enrico Morello), impegnati a presentare il loro ultimo progetto, “Wild Dance”.
A chiudere la rassegna un’altra jam collettiva, dalle 23.30 alla Fiaschetteria di Santa Sofia.

Biglietti da 10 a 20 euro, info su www.artusijazzfestival.com e al numero 340 5395208.

 

DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 19