Tra star e artisti emergenti, a Faenza una vetrina sulla musica italiana con il Mei

In piazza anche Morgan e Negrita. Tra i premiati a teatro Giovanni Truppi e Cristina Donà

Morgan

Morgan

Dal 4 al 6 ottobre Faenza torna per un weekend capitale della musica italiana con la 25esima edizione del Mei, acronimo di quel Meeting delle Etichette Indipendenti che negli anni novanta richiamava nell’area del palazzetto dello sport addetti ai lavori e appassionati da tutta la Penisola. Con il passare degli anni però il Mei è diventato molto altro, grazie anche a un ruolo sempre più importante nel settore del patron Giordano Sangiorgi e alla collaborazione con istituzioni e altre rassegne musicali, tanto che oggi la parola meeting è praticamente scomparsa e pure l’appellativo di festival rischia di essere riduttivo.

Ecco allora questi “Fatti di musica indipendente” – come recita il sottotitolo della manifestazione da qualche anno – tre giorni di mostre, incontri, concerti, premiazioni.

Cercando di fare un po’ di ordine nello sterminato programma, partiamo dal clou di sabato 5 ottobre, con la notte bianca che in piazza del Popolo partirà dalle 19.30 con esibizioni, tra gli altri, di artisti che verranno per l’occasione premiati anche dal Mei, alcuni molto noti, come Morgan (premio alla carriera) e Negrita (premio Radio Rai Live), altri emergenti come il rapper Tredici Pietro (il figlio più piccolo di Gianni Morandi), I Tristi (già saliti sul palco del Primo Maggio come vincitori del contest per band emergenti) e Le Cose Importanti (vincitori invece al Primo Maggio di Taranto).

Parallelamente, al Teatro Masini di Faenza dalle 19.30 va in scena il Premio dei Premi, concorso tra i vincitori dei festival dedicati ai cantautori scomparsi, quest’anno a Domenico Modugno, con ospiti nel corso della serata anche autori affermati come Riccardo Sinigallia, Giovanni Truppi (quest’anno scelto come Artista indipendente dell’anno) e la coppia Cristina Donà-Ginevra Di Marco (premiate per il loro nuovo progetto). In apertura di serata al Masini saranno premiate anche le cantautrici Margherita Zanin e Irene Ghiotto.
Ma sabato 5 ottobre i live a Faenza partiranno già dalle 15, sul palco Corona di piazza Martiri della Libertà, con artisti emergenti della Rete dei Festival e la partecipazione, tra gli altri, dei romani Viito e Fulminacci, quest’ultimo premiato anche per il miglior videoclip.
Appuntamenti anche al circolo Prometeo (dalle 18 con il progetto Materiale Resistente, dedicato al partigiano calciatore faentino Bruno Neri), oltre ai live in svariati locali della città.
Da segnalare, sempre sabato, anche la premiazione dalle 15 al Salone delle Bandiere della residenza municipale della storica rock band italiana Marlene Kuntz (che tra l’altro intervistiamo a questo link) che ritireranno il Premi Ciampi per i 30 anni di carriera.

Ma il Mei partirà già venerdì 4 ottobre, con l’inaugurazione di svariate mostre tra Galleria della Molinella (con i manifesti curati da Malleus), Palazzo delle Esposizioni e municipio.

Domenica 6 ottobre la giornata di chiusura con incontri e laboratori nella sala gialla del Comune già dal mattino e poi concerti in piazza Martiri della Libertà e al Palazzo delle Esposizioni dalle 15. Tra gli altri appuntamenti di domenica da segnalare anche la premiazione del concorso per racconti sulla musica con Cristiano Cavina (alle 16 alla Galleria della Molinella) e poi i concerti nella centrale piazza del Popolo con sul palco, tra gli altri, gli Street Clerks, Petra Magoni e il progetto I Racconti delle Nebbie di Paolo Benvegnù e Nicholas Ciufferi.

TUTTO IL PROGRAMMA DEL MEI 2019 A QUESTO LINK

RAVENNANTICA – CRE BILLB 15 06 – 09 08 20
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20
RECLAM TIROCINIO BILLB CULT 02 03 – 31 08 20
RECLAM AGENTI BILLB CULT 02 03 – 31 08 20