Atmosfere felliniane alle Balle di paglia

Torna la magia dell’Arena di Cotignola. Tra i protagonisti Chiara Guidi e Teho Teardo,ma anche clown, saltimbanchi e spettacoli nei teatri mobili. Il programma giorno per giorno

Torna anche quest’anno la magia dell’Arena delle balle di paglia, il teatro costruito là dove si incontrano il Senio e il Canale Emiliano Romagnolo, a Cotignola, con una rassegna quest’anno dal titolo “felliniani e filosofi di campagna”. Come sempre all’arena ci saranno animazioni per i più piccoli, installazioni artistiche, uno stand dove poter mangiare qualcosa e ogni sera un programma diverso tra musica, poesia, teatro e libri. Eccone un’anticipazione. Come sempre, si ricorda che al luogo si accede con una passeggiata attraverso i campi.

Ballepaglia

 

FAMILA – HOME MRT2 14 – 20 11 19

Giovedì 13 luglio. Alle 19, all’ingresso dalla carraia di via Cenacchio sarà inaugurata l’Arena nel villaggio dei teatri mobili. Tutte le sere dalle 19 alle 24 teatri d’incanto (uno ogni ora) nel teatrobus e nel camion teatro di Girovago e Rondella e della Compagnia Dromosofista. Alle 20 al  Piccolo teatro l’incontro “Scusate, ma cosa vuol dire “Felliniani e filosofi di campagna”?”: gli attori Vito e Maria Pia Timo intervistati dal primo passante, dall’incontro di Vito con Federico Fellini al confronto improvvisato con Maria Pia Timo. Alle 21.40 al Palco Arena, “Nell’Arena” film ironico e poetico di una grande Arena di paglia che si prepara, si realizza e si saluta. Regia di Marco Morandi, musiche di Matteo Scaioli, suoni Andrea Lepri, protagonisti: Quelli di Primola (che organizzano appunto l’arena ogni anno). Alle 22.40 La proiezione di Amarcord di Federico Fellini, nella versione restaurata dalla Cineteca di Bologna.
Venerdì 14 luglio. Alle 19.30 alla Golena dei morti felici “Versi di Golena”, un bucato di lenzuoli con diari e poesie, cornice ideale per un pic-nic sul prato, aperto a tutti e autogestito. Alle 20 si terrà invece una conferenza filosofica sulle fruste romagnole, mentre alle 21  Xylouris White, concerto del duo formato dal liutista cretese George Xylouris (figlio d’arte del cantante e suonatore di lira Psarantonis) e dall’australiano Jim White, batterista dei Dirty Three. Alle 21.30, al Casone Teatro casa Ercolani, Inferno, esercizi per voci e violoncello sulla Divina Commedia, con Chiara Guidi (voce) e Francesco Guerri (violoncello) e alle 23 il concerto di Teho Teardo, musicista e compositore noto per i suoi lavori per il cinema (colonne sonore per Gabriele Salvatores, Paolo Sorrentino, Roberto Faenza, premio David Donatello per Il Divo) e per uno stile (ormai marchio di fabbrica) all’insegna della combinazione tra chitarra, archi ed elettronica. Gran finale con fruste e orchestra di chitarre romagnole. Alle 24 sei musicisti accompagnano il sonno e i sogni di una notte, suonando ininterrottamente fino all’alba: Pierangelo Pandiscia (tamburi sciamanici, campane di cristallo, conchiglie tromba, strumenti etnici e rituali), Gino Ape (oboe, duduk, live electronics), Gianpaolo Verga (violino), Afra Crudo (canti tribali), Ilaria Ivanchic (salterio, canto lirico), Vincenzo Zitelllo (arpa celtica). Prenotazione al 333 4183149. Ingresso libero (consigliato il sacco a pelo).
Sabato 15 luglio si comincia al mattino dalle 6.30 alle 9, con la colazione con arpa mentre dalle 19, in tanti luoghi a partire dalla carraia d’ingresso di via Cenacchio  ci saranno giocolieri, saltimbanchi, clown, affabulatori, marinai, poeti, mostri, animali feroci, acrobati e musicanti. In serata si terrà una conversazione con Gianfranco Angelucci, regista, sceneggiatore, scrittore, amico e collaboratore per lunghi anni di Federico Fellini. e alle 22 in grande circo con i nomadi del Circo Paniko.
Domenica 16 luglio alle 20, Gianni Carnevali, “l’ocarina della Romagna”, e Primo Montanari, fisarmonicista di 87 anni, suonano nel cortile felliniano di Casa Ercolani, mentre alle 20.30 ci sono respiri e ritmi femminili nella golena, un’inclusione artistica di Laura Rambelli e le musiche di Ilaria Pietrantuono (flauto traverso) e alle 21.30 in collaborazione con ERF Panculturalworldmusic ensemble. Sul palco: l’Umbria Ensemble con Angelo Cicillini e Cecilia Rossi (violini), Luca Ranieri (viola), Maria Cecilia Berioli (violoncello) e Claudia Giottoli (flauto contralto); i musicisti della tradizione coreana Cholong Sung (gayageum) ed Eunji Lee (janggo e buk); il Jazz Ensemble formato da Forest Muther (flauto e percussioni) e Francesco Briotti (pianoforte). Direzione musicale di Forest Muther, musice di Forest Muther e Corrado Vitale.
Lunedì 17 luglio alle 21.30 proiezione del film documentario Il fiume ha sempre ragione di Silvio Soldini mentre alle 19.30 in carraia d’ingresso ci sarà il Grande Cantagiro Barattoli, un teatrino musicale sempre in viaggio, a tramandare l’antica tradizione del musicista ambulante. Alle 22 il concerto-racconto di Rumi: la voce di Luisa Cottifogli racconta e canta la storia di Rumi, mendicante della Romagna. Con Gabriele Bombardini alla chitarra e una videoinstallazione di Andrea Bernabini.
Martedì 18 luglio alle 20 Marco Martinelli ed Ermanna Montanari presentano Aristofane a Scampia e Miniature campianesi. Alle 21 Serena Bandoli canta accompagnata dal maestro Luca Bonucci e dagli allievi del suo coro e alle 21.30 L’Italia è fatta, Garibaldi, l’eroe dei due mondi, un visionario che ci ha reso nazione, preso in giro con affetto. Di e con Roberto Kirtan Romagnoli. Regia di Loris Seghizzi, con la partecipazione di Denise di Maria (chitarra e voce) e Lorenzo Niccolini (chitarra); produzione scenica Frammenti. Alle 21.30, concerto degli Ottone pesante e alle 22 dei  Veebfletzer.
E dopo il ballo finale, la tradizionale asta delle balle di paglia.
Info: www.primolacotignola.it.

LA MUCCA VIOLA – BILLB MID1 11 – 25 11 19
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 19