Il ministro in città per il Gokbel Il relitto perde il carico LE FOTO

Lo scafo affiora: contatti con una ditta olandese per il recupero Naufragò il 28 dicembre: ancora dispersi due membri dell’equipaggio

È fissato per giovedì 19 febbraio in prefettura a Ravenna un incontro con il ministro dell’Ambiente, Gianluca Galletti, per fare il punto della situazione sul recupero del relitto del Gokbel, il mercantile turco naufragato il 28 dicembre scorso (dopo la collisione con una nave battente bandiera del Belize) causando la morte di sei persone su undici membri dell’equipaggio (due ancora dispersi). Le operazioni di recupero sono diventate più urgenti dopo che il maltempo dei giorni scorsi ha causato la fuoriuscita del carico (barite) che si sta adagiando sul fondale. Al momento, secondo le verifiche svolte dai sommozzatori che si sono immersi, il carburante è ancora nei serbatoi.

Come previsto dal codice della navigazione il recupero è a carico dell’armatore che è stato diffidato perché svolga le operazioni quanto prima. Un segnale positivo in tal senso è arrivato prendendo contatti con una ditta olandese specializzati in recuperi che venerdì 13 ha fatto immergere una squadra di sub potente, appunto, riscontrare la fuoriuscita del carico e la conservazione del carburante. La diffida emessa dalla capitaneria di porto riguarda il recupero del relitto e di tutto il carico ma ora andrà valutato se il minerale che si depositerà sul fondale sia pericoloso per l’ambiente. Come si apprende da fonti qualificate, l’emersione di parte dello scafo allegeritosi perdendo parte del carico, renderà più agevoli le operazioni di recupero.

CONAD NATURAL SALUMI MRT2 28 09 – 31 01 21

Nel frattempo l’altra nave coinvolta nello scontro è stata ormeggiata nella darsena di città per liberare alcune banchine del porto.

CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 31 01 21
CONSAR BILLB 07 – 24 01 21
RECLAM RPQ WEB MASTER BILLB 15 – 31 01 21
COFARI HOME LEAD 14 12 20 – 31 01 21