La Ravenna deserta, la prima sera di coprifuoco – FOTO

Massimo rispetto del nuovo decreto da parte dei cittadini. In centro solo polizia, giornalisti e metro notte…

Ravenna si presenta deserta, alle 22.30 di un venerdì sera d’autunno. Il 6 novembre però non è un giorno come gli altri, ma il primo di “coprifuoco” imposto (dalle 22 alle 5) da decreto.

A una decina di giorni dalla chiusura anticipata di bar, ristoranti e locali (costretti ad abbassare le serrande alle 18 dal precedente Dpcm anti Covid) certo non è però una sorpresa non trovare anima viva in strada. A rompere il silenzio solo alcune auto che tornano probabilmente verso casa.

CONAD NATURAL SALUMI MRT2 28 09 – 31 01 21

Tra le vie pedonali del centro, invece, solo alcuni giornalisti, i fotografi dei quotidiani, un vigilante notturno, una Volante della polizia. Un rider in bicicletta, un altro ragazzo con una pizza ritirata con qualche minuto di ritardo da un locale take away.

Anche in darsena, la nuova passerella che l’aveva parzialmente rianimata è desolatamente spenta. E gli unici rumori sono quelli che arrivano dalla stazione.

Tornando a casa incontriamo un’ultima persona, un uomo con due cani al guinzaglio. «Perché, non funziona come con il lockdown? La passeggiata con i cani non si può fare?».

CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 31 01 21
CONSAR BILLB 07 – 24 01 21
RECLAM RPQ WEB MASTER BILLB 15 – 31 01 21
COFARI HOME LEAD 14 12 20 – 31 01 21