Festa della Liberazione: dalla pedalata con Qr code al volo dell’aquilone di Zaky

Le iniziative si spostano anche su Facebook: cerimonie, letture, canzoni, video-racconti, fino al ritrovo a Ca’ di Malanca

Amnesty Ravenna Aquilone Zaky

L’aquilone dedicato a Patrick Zaki volerà anche il 25 aprile

I comuni della provincia di Ravenna si apprestano a celebrare il 76°anniversario della Liberazione con una serie di iniziative commemorative e momenti di approfondimento storico e culturale, che verranno trasmessi anche in streaming per evitare assembramenti.

Nel comune capoluogo, le celebrazioni prenderanno il via il 25 aprile alle 10.30 al Ponte degli Allocchi, in Circonvallazione al Molino, dove si svolgerà, alla presenza del sindaco Michele de Pascale la deposizione di corone al monumento in memoria dei martiri. Alle 11 in piazza del Popolo avrà luogo la deposizione di corone alla lapide dei partigiani caduti per la liberazione dal nazifascismo, in diretta streaming sulle pagine Facebook del Comune di Ravenna e del sindaco Michele de Pascale. È previsto inoltre un momento musicale con Ambrogio Sparagna e i solisti dell’Orchestra Popolare Italiana, che intoneranno “Bella Ciao” e i canti della Liberazione. Sulle stesse pagine Facebook, a seguire, sarà trasmesso il video, realizzato per l’occasione, “Libertà va cercando”, con letture, davanti alle opere del Mar, di Tamo e della biblioteca Classense, a cura di artisti locali, accompagnate dal coro Ludus Vocalis Ragazzi e dai cori delle scuole.

In collaborazione con l’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea, sempre sulle pagine Facebook del Comune e del sindaco saranno poi trasmesse “Altre storie in bicicletta”, video-racconti di staffette e testimoni del tempo di guerra in provincia di Ravenna. Successivamente saranno presentate le iniziative dal titolo “Guerra e dopoguerra nel ravennate 1940-1948”, realizzate per il 60° anniversario della fondazione dell’Istituto storico della Resistenza, a cui farà seguito l’interpretazione di “Bella ciao” in varie lingue del mondo.
La giornata prosegue, alle 15, al parco Teodorico, dove la sezione Luigi Fuschini dell’Anpi di Ravenna, organizzerà “Il volo dell’aquilone di Zaky”, disegnato da Gianluca Costantini e realizzato da Cervia Volante, in collaborazione con Amnesty International. L’evento sarà visibile sulla pagina facebook della sezione Luigi Fuschini, con saluto del sindaco Michele de Pascale e lettura di poesie e brani musicali, per la regia di Meho Sulemanski.
Si intitola “Sotto l’ombra di un bel fior” l’evento webinair organizzato da Ravenna Coraggiosa, visibile sulla sua pagina FB alle ore 18: si tratta di un racconto che avrà come voci narranti Luigi Dadina, attore e fondatore del Teatro delle Albe; Nicoletta Bacco, bibliotecaria coraggiosa; e Cecilia Regard, giovane militante antifascista dell’ANPI sezione Fuschini. Intervengono Guido Pasi e il Senatore Vasco Errani. Conduce Domenico Esposito.

Torna anche la pedalata del 25 aprile, lungo i luoghi della Resistenza nel ravennate, anche se non potrà essere “collettiva” come da abitudine. A organizzare è la Fiab, insieme all’Anpi di Ravenna. L’itinerario – ideato per poter essere percorso in autonomia – prevede sei stazioni dove è presente l’installazione temporanea di sei pannelli informativi: inquadrando il QRCode si potrà vedere un breve filmato sul sito a cui è dedicata la sosta. Il percorso è di circa 40 km: parte in Piazza del Popolo dal Monumento ai Caduti dove è posto il primo dei pannelli informativi e, dopo aver toccato il cippo del Vicolo dei Francesi, arriva a Punta Marina, nella zona degli sbarramenti anticarro noti come “Denti di drago” e dei bunker. Quindi si procede verso nord dove si trovano le altre tre stazioni, quella sulla battaglia di Porto Corsini, quella sull’Isola degli Spinaroni, visibile pedalando lungo la Pialassa Baiona e quella con i riferimenti storici di via Gattolo, che si incontra proseguendo lungo la ciclabile delle Mandriole.
Il percorso, creato per la Festa della Liberazione, resta valido sempre, con i filmati visibili anche sul canale YouTube di Fiab. I dettagli sul sito www.fiabravenna.it.

Altro appuntamento tradizionale del 25 aprile era il ritrovo a Ca’ di Malanca, nelle colline faentine, che quest’anno si terrà in collegamento Facebook. Il programma inizierà alle ore 13.30 con la Musica Resistente di Bellaciaotrio e proseguirà alle ore 14 con l’alzabandiera, a cui seguiranno gli interventi di Niccolò Bosi presidente del Consiglio comunale di Faenza, di Roberto Visani presidente del Consiglio di Imola e di Franco Conti (associazione Ca’ di Malanca). Dalle 14.30 alle 17.30 è in programma “Parole di Liberazione”, evento che permetterà di interagire con la manifestazione inviando parole, slogan, brevi testi dedicati alla Liberazione e alla Resistenza. Verranno visualizzati e resi patrimonio di chi parteciperà con il collegamento virtuale (info 389 6136611).
Infine, il 25 aprile sulla pagina Facebook del Mei di Faenza saranno pubblicati i 14 videoclip musicali selezionati tra gli oltre 60 artisti e band che hanno partecipato al concorso sul tema della Liberazione del Meeting degli Indipendenti.

UNIVERSO BILLB 27 06 – 03 07 22
MOSTRA ALLA NATURA PALAZZO SAN GIACOMO BILLB 17 06 – 25 09 22
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 11 21 – 31 12 22
RFM 2022 PUNTI DIFFUSIONE AZIENDE BILLB 16 06 – 21 07 22
CONSAR BILLB 01 – 10 07 22