Cerca “barista per 7 giorni su 7”, finisce nella bufera. «Ma non è un vero lavoro»

Parla il titolare dell’associazione di wakeboard di Porto Fuori: «Qui ci si diverte, siamo in famiglia…»

WakeboardHa creato un certo scalpore in queste ore sui social un’offerta di lavoro pubblicata sul gruppo Facebook “Sei di Ravenna se 2.0”, in cui si proponeva di lavorare “8 ore al giorno, 7 giorni su 7”. Un post poi eliminato dall’autore, in seguito a una serie di insulti ricevuti.

Lo abbiamo contattato, per cercare di capire meglio i contorni della vicenda. «In realtà non è un lavoro da dipendente, si tratta di un impegno da socio collaboratore. Si diventa parte di una famiglia e ci si diverte. Non è un lavoro da stagionale al mare, dove tutti sanno che non ci sono giorni di riposo e si sgobba tutti i giorni, ma nessuno dice mai nulla…».

A parlare è Gianluca Lucchi, imprenditore cesenate, tra i titolari dell’Associazione sportiva dilettantistica Starwake Park, divenuta un punto di riferimento per appassionati anche da fuori regione di cable wakeboard (disciplina che unisce lo sci nautico allo snowboard), operativa dalla primavera alla fine dell’estate in uno dei “tre laghi” di Porto Fuori, alle porte di Ravenna.

«Cerchiamo una figura da barista che in realtà non lo è, nel senso che non sarà neppure contrattualizzata. Ma diventerà socio della nostra associazione ed entrerà in una sorta di famiglia. Ci saranno dei giorni in cui praticamente non lavorerà neppure e in generale qui la gente soprattutto si diverte, fa aperitivi insieme, può prendere il sole. Noi soci lavoratori però ci diamo una mano l’un l’altro, quindi pretendiamo in linea generale una disponibilità di sette giorni su sette, ma poi può capitare che per tre giorni di fila non ci sia niente da fare e non si lavori. Purtroppo sui social ho sintetizzato e la gente non ha capito. Sono stato ricoperto da insulti».

RISTORANTE MARRAKECH BILLBOARD 03 – 23 01 22
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 11 21 – 31 01 22
REGIONE ER VACCINI BILLB 14 12 21 – 31 01 22