Il Ravenna spezza l’incantesimo: a Mestre interrompe la serie di ko col primo pari

Calcio C / In terra veneta arriva un prezioso punto al termine di un match con poche emozioni, che permette ai giallorossi di chiudere una striscia di quattro sconfitte di fila

Mestre-Ravenna 0-0
MESTRE (3-5-2): Favaro; Politti, Perna, Boffelli; Lavagnoli (41’ st Kirwan), Sodinha (19’ st Rubbo), Boscolo Papo, Beccaro (29’ st Casarotto), Fabbri; Sottovia (41’ st Bussi), Neto Pereira (19’ st Spagnoli). A disp.: Ayoub, Gagno, Zanetti, Stefanelli, Bonaldi, Pozzebon, Zecchin. All.: Zironelli.
RAVENNA (3-5-2): Venturi; Ierardi, Lelj, Venturini; E. Ballardini, Selleri (48’ st Severini), Papa, Cenci (23’ st Piccoli), Magrini (23’ st Barzaghi); Broso (40’ st Maistrello), Samb Fallou (23’ st De Sena). A disp.: Gallinetta, Portoghese, Ronchi, Sabba. All.: Antonioli.
ARBITRO: Feliciani di Teramo.
NOTE: Amm. Samb Fallou, Lavagnoli, Magrini, Perna. Spettatori circa 1000. Angoli: 8-2. Recupero: 0’ e 4’.

Giacomo Venturi B35A0054

Giacomo Venturi ha mantenuto inviolata la porta

Il Ravenna riparte. A Portogruaro, la casa del Mestre, la squadra di Antonioli strappa con pieno merito il risultato positivo tanto desiderato. E’ il primo pareggio in campionato del Ravenna e ha un dolcissimo sapore, perché ottenuto contro un Mestre che ha confermato le sue credenziali, perché ha interrotto la serie negativa di 4 sconfitte e perché ha ribadito, una volta di più, che questo Ravenna ha tutti i mezzi per giocarsela alla pari e a viso aperto con tutti. Il punto conquistato è anche il modo migliore per arrivare alla sfida di Gubbio del prossimo 8 novembre (domenica 5 i giallorossi osserveranno il turno di riposo previsto dal calendario) con il serbatoio di nuovo pieno di entusiasmo, di convinzioni e di certezze in più.

CONAD NATURAL SALUMI MRT2 28 09 – 31 01 21

Squadre a specchio nel 3-5-2 e inizio veloce di gara, con le due formazioni subito attive e intraprendenti nell’avvio del primo tempo. Nel Ravenna è soprattutto Samb a farsi notare in fase di conclusione prima (7’) con una schiacciata di testa su suggerimento di Ballardini, poi (8’) con una conclusione da fuori area e infine con un tiro al volo (17’) ma i tentativi non vanno a buon fine. Il Mestre non sta a guardare e stuzzica i giallorossi con Sottovia, al 7’, pallone a lato di poco, e con Neto Pereira, su cui Venturi è attento. Poi il portiere giallorosso si oppone bene ai tentativi di Sottovia (in controbalzo), Neto Pereira, sgusciato fin sulla linea di fondo e ancora Sottovia, che trova un varco a sinistra. Nel finale di frazione, al 44’, c’è spazio per una botta dal limite di Sodinha che trova nella sua traiettoria una deviazione che manda il pallone a sfiorare il palo.

La ripresa si apre con la pressione del Mestre che costringe il Ravenna ad arretrare, ma la copertura del campo da parte di Lelj e compagni è perfetta e i padroni di casa faticano a trovare spazi. E quando li trova, come al 15’, Sottovia, smarcato da Neto Pereira, insacca da due passi ma in chiara posizione di fuorigioco. Gol annullato. Il Mestre attacca, il Ravenna risponde ripartendo con frequenza e l’occasione più bella capita proprio ai giallorossi con De Sena che al 33’ si inventa una conclusione in diagonale che esce di un niente a portiere battuto. Il Ravenna poi regge bene davanti al forcing finale del Mestre e può finalmente festeggiare la conquista di un prezioso e fondamentale risultato positivo.

La dichiarazione del dopo-gara
Mauro Antonioli
(allenatore Ravenna): «Mi complimento con i ragazzi per il grandissimo spirito dimostrato contro una squadra che è tra quelle che gioca meglio a calcio e attacca tanto. Siamo stati bravissimi, abbiamo sì concesso qualcosa agli avversari ma abbiamo avuto le occasioni per fare male. Una prova superlativa dei miei e non era facile scendere in campo con questo spirito dopo 4 sconfitte. Fare punti era fondamentale e alla fine ho anche sperato di fare il colpaccio. Abbiamo ottenuto il punto che avremmo meritato anche in altre partite. Il rammarico è questo. Ci mancano alcuni punti, con i quali avremmo avuto un’altra classifica, e la squadra avrebbe avuto ben altro morale, stiamo lavorando su tante cose, abbiamo fatto una grande settimana di lavoro e io devo guardare a quello».

Risultati (11sima giornata): Triestina-Santarcangelo 1-1, AlbinoLeffe-Teramo 1-1, Fermana-Pordenone 0-0, Sudtirol-Vicenza 1-0, Gubbio-Reggiana 1-0, Mestre-Ravenna 0-0, Sambenedettese-Fano 0-0, Bassano-Renate 0-2. Riposano: Padova e FeralpiSalò.

Classifica: Renate (10 gare disputate) e Pordenone (11) 21 punti; Sambenedettese (10) 20; Padova (9) 19; AlbinoLeffe (11) e Bassano (11) 18; Mestre (11) 17; FeralpiSalò (10) 16; Sudtirol (11) e Vicenza (10) 15; Triestina (10) e Fermana (11) 14; Teramo (10) 12; Gubbio (10) 11; Ravenna (11) 10; Reggiana (10) 9; Santarcangelo (11) 6; Fano (9) 5; Modena (8) -1.

CONSAR BILLB 07 – 24 01 21
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 31 01 21
RECLAM RPQ WEB MASTER BILLB 15 – 31 01 21
COFARI HOME LEAD 14 12 20 – 24 01 21