Poche emozioni al “Benelli”: per il Ravenna un pareggio senza reti col Vicenza

Calcio C / Grazie a questo punto i giallorossi si portano in sesta posizione e si portano a una sola lunghezza dal Sudtirol

Ravenna-Vicenza 0-0
RAVENNA (5-3-2): Venturi; Martorelli, Ronchi, Boccaccini, Lelj, Selleri (27’ st Barzaghi); Esposito (43’ st Trovade), Papa, Maleh (1’ st Pellizzari); Galuppini (11’ st Raffini), Nocciolini (27’ st Gudjohnsen). A disp.: Spurio, Bresciani, Scatozza, Siani, Sabba. All.: Foschi.
VICENZA (4-3-1-2): Grandi; Salviato, Pasini (1’ st Mantovani), Bizzotto, Stevanin (11’ st Martin); Zonta, Bovo (11’ st Tronco), Bianchi N.; Curcio (22’ st Arma); Guerra (22’ st Zarpellon), Giacomelli. A disp.: Albertazzi, Bianchi D., Laurenti, Bonetto, Maistrello, Gashi, Pontisso. All.: Colella.
ARBITRO: Gariglio di Pinerolo.
NOTE – Ammoniti: Curcio, Martin, Ronchi, Boccaccini, Venturi, Lelj. Recupero: pt 0’; st 5’.

Venturi Ternana

Il portiere giallorosso Giacomo Venturi

Pareggio senza reti e grandi emozioni al “Benelli” per il Ravenna, che si divide la posta in palio con il Vicenza al termine di un match dove a prevalere sono state le rispettive difese. A osare qualcosa in più sono i biancorossi, che però solo di rado hanno chiamato in causa Venturi, mentre i giallorossi hanno tentato di rispondere in contropiede, cozzando però contro l’attenta retroguardia avversaria. Grazie a questo punto la formazione di Foschi compie un passo in avanti, raggiungendo al sesto posto il Monza e avvicinando a una sola lunghezza il Sudtirol.

CONAD BIRRA O HARAS HOME MRT2 18 – 24 07 19

Formazioni titolari Il Ravenna si presenta in campo con delle novità sulle fasce, dove a destra opera Martorelli e a sinistra Selleri. Al centro della difesa, squalificato Jidayi, capitan Lelj viene affiancato da Boccaccini e Ronchi, mentre in mediana il regista Papa è supportato dai baby Esposito e Maleh. In attacco viene confermato il tandem composto da Nocciolini e Galuppini. Il tecnico Colella disegna il suo Vicenza con una retroguardia a quattro con Pasini e Bizzotto in mezzo, un centrocampo a tre che innesca il trequartista Curcio e le due punte Guerra e Giacomelli.

Primo tempo Le due squadre si affrontano in modo guardingo, con gli ospiti che provano a premere con maggiore convinzione, ma i giallorossi fanno buona guardia. Sono anzi i padroni di casa ad andare più frequenza alla conclusione, senza però impensierire Grandi. L’unico a provarci è dal limite dell’area Esposito, al 9’ e al 21’, ma il primo tiro va nelle braccia del portiere, mentre il secondo sfila a lato. Le emozioni sono così concentrate negli ultimi minuti: al 40’, infatti, Giacomelli riesce a sfuggire per una volta dalla morsa dei giallorossi con una veloce incursione sulla sinistra e da posizione  defilata vede l’attento Venturi deviare sopra la traversa. Sugli sviluppi del corner spunta dal mucchio Bizzotto, che a colpo sicuro di testa non riesce a centrare il bersaglio, sfiorando il palo alla sinistra del n. 22 bizantino. La risposta del Ravenna non tarda a venire e passa dai piedi di Maleh (44’), ma il tiro va sul fondo.

Secondo tempo A inizio ripresa Foschi inserisce Pellizzari al posto di Maleh, posizionandolo sulla fascia mancina, mentre Selleri avanza a centrocampo. Tra i biancorossi entra Mantovani per Pasini, affiancando al centro della retroguardia Bizzotto. Si prosegue sui ritmi della prima frazione, con le due squadre che non attaccano con grande convinzione, favorendo il compito delle rispettive difese. Un sussulto arriva al 10’, quando Galuppini sulla sinistra lavora un buon pallone e crossa in area, dove Pellizzari, tutto solo, non trova l’impatto aereo per pochi centimetri. Le occasioni arrivano solo da calci da fermo e da uno di questi, su calcio d’angolo, al 23’ Nocciolini colpisce male di testa spedendo alto sulla traversa. Entrambi gli allenatori cambiano molti uomini d’attacco e da uno di questi neoentrati, il biancorosso Zarpellon, al 35’ nasce una pericolosa sortita sulla destra, con Venturi che chiude lo specchio. Due minuti dopo svetta in area su corner Salviato, ma la palla sorvola non di molto la traversa. Nel finale le due squadre preferiscono non farsi male.

Dichiarazioni post-gara
Luciano Foschi (allenatore Ravenna): «In questo periodo dell’anno è difficile vedere delle partite belle, questa è stata una partita molto equilibrata e combattuta con un risultato che rispecchia quanto visto sul campo. Nello spogliatoio ho fermato la squadra e ho fatto i complimenti a tutti per quanto fatto in queste 36 partite, ma soprattutto per quello che andremo a fare. Vogliamo andare ai playoff da protagonisti credendo in quello che stiamo facendo. Adesso ci presenteremo a Terni senza pressioni, ma con la volontà di volere provare a migliorare in modo ulteriore la nostra classifica».

RAVEGAN HOME BILLB MID1 15-31 07 19
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 19
COLDIRETTI – MERCATO CONTADINO ORARI LEAD MID2 16 – 31 07 19
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19