152 – Doppia festa per Sant’Apollinare

Reliquie Sant'ApollinareNel 1949 la Chiesa ravennate celebrò due importantissimi anniversari: il primo riguardava le feste giubilari per il 14° centenario della consacrazione della Basilica di Sant’Apollinare in Classe, il secondo il 75° anno dopo il 18° centenario del martirio di Sant’Apollinare.
Vista la felice circostanza e la devozione della Diocesi per il proprio Patrono, «per dare maggiore solennità alle due date» fu organizzato «un ciclo di celebrazioni particolari» che iniziarono il 7 maggio nella Basilica di San Vitale alla presenza del cardinale Eugène Gabriel Gervais Laurent Tisserant e si conclusero il 15 maggio nella Basilica di Sant’Apollinare in Classe con un solenne pontificale presieduto da Monsignor Giacomo Lercaro, arcivescovo di Ravenna.
In occasione di queste celebrazioni si decise di riunire e di portare in città le reliquie del Santo Protovescovo affinché fossero esposte alla venerazione dei fedeli, prima nella Basilica di San Vitale, dal 7 all’8 maggio, poi in Cattedrale, dalla sera dell’8 fino al 14 maggio.
Per quella circostanza, dunque, le reliquie di Sant’Apollinare furono nuovamente ricongiunte: infatti, dal 1874, il capo e la mano destra erano custoditi nell’altare maggiore della Basilica Ursiana, mentre il resto del corpo era nell’altare maggiore della Basilica classense. Le spoglie mortali del Santo furono disposte nelle urne di bronzo e cristallo già utilizzate per le celebrazioni del 1924 e realizzate per quell’occasione dalla fonderia ravennate dei Fratelli Rambell.

ORIGINAL PARQUET BILLB MID1 FISSO 13 – 19 04 21
RAVENNANTICA MOSTRE TAMO BILLB TOP 08 04 – 30 06 21
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 30 04 21