Ladri al deposito vini dell’antiquario: rubate 2mila bottiglie, valore 750mila euro

La denuncia presentata da un professionista cervese: le casse erano in un deposito nel Riminese usato provvisoriamente durante le ristrutturazioni della cantina ravennate

Un noto antiquario cervese ha denunciato il furto di circa 2mila bottiglie di vini pregiati per un valore complessivo di circa 750mila euro. La notizia si apprende dalle pagine di Resto del Carlino e Corriere  Romagna oggi in edicola. Le casse erano a Viserba di Rimini, in un deposito utilizzato temporaneamente durante i lavori di ristrutturazione dell’abituale cantina nel Ravennate. La razzia sarebbe avvenuta tra il 21 e il 25 aprile e sulle porte del deposito non pare risultino segni di effrazione. Circostanza che porta gli investigatori a ipotizzare un colpo su commissione. Tra le bottiglie rubate ci sono Romanée Conti, Masseto, Monfortino, Ornellaia, Petrus, Sassicaia e altri vini pregiati, in parte già venduti ad appassionati del settore. Alcune bottiglie sono munite anche di microchip per l’identificazione.

SPI CGIL CAMPAGNA TESSERAMENTO BILLB 01 02 – 07 03 2020
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 28 02 21
RECLAM RPQ WEB MASTER BILLB 15 01 – 28 02 21