Prostitute nel centro massaggi, arrestato il capo: «A dicembre solo 15mila euro»

Al telefono un 35enne si lamentava degli affari scarsi. La padrona di casa gli consigliava di stare attento ai controlli della polizia. Indagine partita da Siena dove l’uomo gestiva il secondo bordello

2017.11.10 Sq. Mob. ArrestoAl telefono con un conoscente si lamentava degli affari scarsi: «A dicembre ho fatto solo 15mila euro». Soldi che, secondo gli inquirenti, un 35enne cinese avrebbe raccolto dallo sfruttamento della prostituzione in due bordelli camuffati da centri massaggi, uno a Siena e uno a Cervia con decine di clienti al giorno.

Nei giorni scorsi è stata portata a termine un’indagine condotta dalla procura della città toscana: gli investigatori della squadra mobile di Ravenna e Siena hanno eseguito un’ordinanza cautelare che ha portato all’arresto dell’uomo, l’obbligo di dimora per la compagna e la denuncia di altre quattro persone. Tutti devono rispondere di sfruttamento e di favoreggiamento della prostituzione.

FAMILA MRT2 9 – 15 07 20

Tra i quattro denunciati c’è anche una donna italiana, residente a Cervia, proprietaria dell’appartamento, dove aveva sede il centro massaggi: «Stai attento ai controlli della polizia, ho saputo che stanno facendo verifiche, stai attento», gli aveva detto un giorno al telefono. Ma non è bastato. Con il sequestro del centro massaggi di Cervia, la donna rischia ora la confisca della casa che potrebbe essere riutilizzata a fini sociali.

Le indagini, condotte con servizi di osservazione e intercettazioni telefoniche, hanno documentato la sistematica e stabile attività di prostituzione che fruttava migliaia di euro al mese. “Parassitario percettore dei proventi dell’attività illecita”, viene definito nelle carte il capo del presunto sodalizio criminale. L’uomo selezionava le giovani donne di nazionalità cinese, curava la gestione della casa e incassava quanto guadagnato. Alcune donne facevano fare i provini alle ragazze e davano istruzioni su come comportarsi con i clienti. Per controllare gli affari, il 35enne aveva predisposto un sofisticato sistema di videosorveglianza, con micro telecamere che controllavano la zona circostante. Durante la perquisizione, nella casa dell’uomo sono stati sequestrati documenti e circa mille euro di denaro contante.

OASI BEACH – BILLB MID1 09 – 15 07 20
ORIGINAL PARQUET BILLB MID1 FISSO 30 04 – 02 07 20
BEAUTIFUL LINE BILLB MID 10 – 30 07 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -31 07 20
ART E PARQUET BILLB TOP 25 06 – 09 07 20
CONSAR HOME BILLB 03 – 09 07 20