Va in questura per essere regolarizzato ma era stato già espulso: arrestato tunisino

Il divieto di rientro in Italia emesso nel 2014 era ancora valido per altri cinque mesi e così un 41enne ha patteggiato dieci mesi di reclusione

Si è presentato all’ufficio Immigrazione della questura di Ravenna per regolarizzare la propria posizione in Italiama gli accertamenti nella banca dati hanno mostrato che l’uomo era destinatario di un provvedimento di espulsione emesso dal prefetto di Siracusa e convalidato dal giudice di pace di Caltanissetta. Era già stato allontanato dal suolo italiano attraverso la frontiera aerea di Palermo, il 28 ottobre del 2014, e il provvedimento ha efficacia per cinque anni successivi alla data di esecuzione. Il 41enne tunisino è stato arrestato dai poliziotti della squadra mobile di Ravenna per il reato di reingresso non autorizzato nel territorio nazionale. Questa mattina, 29 marzo, il tribunale di Ravenna ha condannato il 41enne alla pena di dieci mesi e venti giorni di reclusione, pena patteggiata, e alla misura cautelare di presentazione alla Polizia Giudiziaria sino alla data di irrevocabilità della sentenza.

ARKA ERGO STUDIO BILLB 12 11 – 31 12 2020
CONAD APERTI BILLB 22 03 – 31 12 20
REGIONE ER LEGALITA LEAD 30 11 – 31 12 20
ASER LEAD BOTTOM 30 11 – 20 12 20