Folla in chiesa per Matteucci, il vescovo emerito: «Con lui dialogo sempre aperto»

Nella chiesa di San Pier Damiano, la parrocchia del quartiere Darsena a Ravenna a cui l’ex sindaco Fabrizio Matteucci si era ormai da anni avvicinato e che frequentava con la famiglia, una folla di almeno 500 persone – compagni di partito, amministratori locali, collaboratori, amici e tanti cittadini – si è radunata nel pomeriggio di oggi 18 febbraio per le esequie religiose del 63enne stroncato da un malore due giorni fa.

A58fdf7b E270 4a29 Bbaa 045c24b918faIl vescovo emerito di Ravenna-Cervia, Giuseppe Verucchi. nell’omelia funebre ha parlato dei sui rapporti fraterni con l’ex sindaco: «Recentemente ci eravamo ripromessi di travare l’occasione per un caffè e fare due chiacchere, perché continuavamo a sentirci anche quando non era più sindaco e io era tornato da Ravenna a Modena. La notizia della sua morte mi ha sconvolto, non ci credevo. Avevo avviato un lungo e profondo dialogo umano con Fabrizio ancora prima che diventasse sindaco. Ci siamo confrontati apertamente sui bisogni della nostra comunità e nonostante la consapevolezza dei ruoli e dei compiti diversi, avevamo concordato che c’èra un gran bisogno di armonia e di pace fra le persone della nostra comunità, di sostenere la necessità del lavoro e di costruire opportunità di futuro per i nostri giovani».

La cerimonia religiosa si è tenuta a seguito di quella civile in piazza del Popolo dove a parlare sono stati il successore di Matteucci, Michele de Pascale, e l’assessora Ouidad Bakkali che proprio con Matteucci entrò giovanissima in giunta.

«Durante gli anni difficili che abbiamo attraversato – ha detto ancora Verucchi – abbiamo sempre tenuto aperto un dialogo e ci siamo confrontati anche se su certe questioni la pensavamo in maniera diversa, ma siamo comunque stati stati sinceri far di noi. Abbiamo semplicemente percorso le stesse strade anche se con passi e prospettive diverse. Come quando di fronte alla crisi economica e di valori che ha colpito la nostra comunità io ero preoccupato e sconfortato per la mancanza di fede, lui per l’esasperasi delle conflittualità fra i cittadini. Sicuramente mi ha commosso e aperto il cuore quando ha annunciato che voleva diventare cristiano e avviare un suo percorso per ricercare la fede».

Nel corso della cerimonia in chiesa si sono susseguiti anche una serie di passi evangelici e commoventi testimonianze di amici e collaboratori di Matteucci scandite dal rituale “Ascoltaci o signore”.
Poi il feretro si è avviato al luogo di sepoltura.

CONSAR HOME BILLB 08 – 30 09 20
ACCADEMIA DEL MUSICAL BILLB 17 09 – 04 10 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -30 09 20
REGIONE ER SCUOLA SICURA LEADERB BOTTOM 14 – 30 09 20