Il ladro dimentica la felpa nella fuga, denunciato mesi dopo grazie al dna

Un 32enne era uno dei membri di una banda che a bordo di una Fiat Croma sfuggì ai carabinieri dopo speronamenti per strada

RAVENNA 19/06/18. SPACCTA IN VIA CIRCONVALLAZIONE MOLINETTOUna felpa dimenticata è costata la denuncia a distanza di mesi per un 32enne che era riuscito a sfuggire alla cattura dei carabinieri durante un furto andato male. È successo a Faenza. Determinante per l’epilogo sono state le tracce di dna isolate dai Ris sull’indumento rimasto nella vettura abbandonata durante la fuga rocambolesca con speronamenti. Il 32enne è stato denunciato per furto, ricettazione aggravata in concorso, possesso di chiavi alterate o grimaldelli e danneggiamento di mezzo militare.

L’episodio risale ai mesi scorsi. I carabinieri del nucleo radiomobile di Faenza erano intervenuti per un furto in corso in un esercizio commerciale. Alcuni cittadini riferivano ai militari di aver notato delle persone uscire dalla porta retrostante del negozio e riferendo, inoltre, di averle viste scappare a bordo di una Croma di colore scuro. I carabinieri avevano rintracciato l’auto e ne era nato un inseguimento con speronamenti fino a quando la banda ha mollato l’auto e si è dileguata a piedi.

CONAD NATURAL SALUMI MRT2 28 09 – 31 01 21

La Croma è stata trasportata al comando per i rilievi tecnici e fotografici, ma non venivano ritrovate impronte papillari. All’interno dell’autovettura, però, venivano rinvenuti materiale da scasso e un pile con cerniera di colore nero sul sedile posteriore. E i Ris hanno fatto il resto.

CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 31 01 21
CONSAR BILLB 07 – 24 01 21
RECLAM RPQ WEB MASTER BILLB 15 – 31 01 21
COFARI HOME LEAD 14 12 20 – 31 01 21