Da un coltello lavato i possibili indizi per trovare l’assassino di Ilenia Fabbri

Il corpo della 46enne ha una profonda ferita alla gola, se la lama è compatibile verrebbe meno l’ipotesi del ladro che reagisce perché scoperto. Interrogati a lungo la figlia e una sua amica, il marito da cui si stava separando e il nuovo compagno

ilenia fabbri uccisa a faenza

Ilenia Fabbri, uccisa in casa a Faenza il 6 febbraio

Quel coltello da pane ripulito alla meno peggio nel lavello è l’arma che ha ucciso Ilenia Fabbri? Dalla risposta a questa domanda potrebbe arrivare un elemento importante per la soluzione dell’omicidio all’alba di ieri, 6 febbraio, in un condominio di via Corbara a Faenza. Se la lama fosse effettivamente compatibile con la profonda ferita alla gola della 46enne, diventerebbe più improbabile l’ipotesi del gesto violento compiuto da un ladro scoperto nell’appartamento: difficile immaginare che un assassino estraneo alla vittima si fermi a ripulire l’arma. A quel punto il nome del killer sarebbe da rintracciare facendo luce tra gli affetti e le amicizie, o quanto meno nella cerchia dei conoscenti. Fino alla tarda serata di ieri, come riportano i quotidiani Resto del Carlino e Corriere Romagna in edicola oggi, non risultavano indagati. Quattro le persone interrogate a lungo dagli inquirenti: il marito da cui si stava separando, il nuovo compagno con cui aveva un legame da un paio di anni, la figlia 21enne e una sua amica.

13615459 526539674201405 4301487117754039951 NSecondo le informazioni finora circolate, questo è la ricostruzione dei fatti. Nell’appartamento vivono la vittima e la figlia. Nella notte tra il 5 e il 6 febbraio è rimasta ospite l’amica della figlia. Verso le 5-5.30 il marito di Ilenia passa a prendere la figlia per raggiungere Milano. Il procuratore capo ha parlato di una vacanza, il Carlino riporta fa riferimento al ritiro di un’auto acquistata da poco. L’amica della figlia resta nell’abitazione. Da lei parte l’allarme. Verso le 6 la ragazza fa una telefonata alla 21enne in viaggio per dirle che si è barricata in camera, spaventata dopo aver sentito del trambusto in casa e teme l’intrusione di qualcuno. Avrebbe anche riferito di una sagoma scendere le scale. La 21enne allora chiama la polizia che interviene convinta di trovare un furto in corso e invece trova la porta del garage aperta e il corpo senza vita di Ilenia a terra in un vano a uso cucina collegato con un ripostiglio. In casa c’è solo l’amica della figlia. Un particolare: pur essendo mattina molto presto, la vittima è stata trovata già vestita. Una vicina, intervistata dalle tv, ha ammesso di aver sentito delle urla di donna al mattino ma di non aver immaginato chi fosse.

Ilenia Fabbri lavorava come impiegata in una concessionaria di auto di Imola, un impiego trovato quando era iniziata la crisi del matrimonio e aveva deciso di lasciare l’occupazione nell’autofficina del marito a Faenza. La crisi matrimoniale era entrata in tribunale e si stava trascinando da qualche tempo.

ESP AREA PLUS – HOME BILLB MID FISSO 22 11 – 08 12 21
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 – 31 12 21
RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21