Rifiuti, Hera assegna due bandi su tre

La raccolta e lo spazzamento a un raggruppamento temporaneo di imprese composto da Ciclat, Formula e Astra. Deserta la gara per il trasporto. Intanto approvate le tariffe Tari. E a Lido Adriano c’è un problema con i rifiuti ingombranti

Rifiuti: assegnati due appalti su tre

Rifiuti: assegnati due appalti su tre

Hera ha assegnato i servizi di raccolta rifiuti e spazzamento, deserto invece il bando del trasporto rifiuti mentre la gara per il servizio di pulizia dell’arenile è tuttora in corso. È quanto fa sapere la multiutility che risponde alla Cgil sul futuro dei lavoratori spiegando che rispetterà le norme previste dal nuovo codice degli appalti come «ribadito in occasione dell’incontro del 23 marzo 2017».

Quello relativo ai servizi di raccolta è stato assegnato ad un raggruppamento temporaneo di imprese (Rti) composto da Ciclat, Formula e Astra; il bando relativo ai servizi di spazzamento meccanizzato è stato assegnato a un Rti composto da Ciclat e Formula. Per tutti i servizi aggiudicati sono già state avviate le attività formali e operative per il passaggio di consegne dall’attuale gestore integrato ai singoli aggiudicatari individuati, da concludersi nel più breve tempo possibile, entro il mese di aprile.

Per il quarto bando, riferito ai servizi di trasporto rifiuti, non essendo stata presentata alcuna offerta, Hera procederà ad una ulteriore verifica di mercato, nel pieno rispetto del quadro normativo vigente e nei tempi più celeri al fine di individuare anche in questo caso un aggiudicatario. Il servizio sarà nel frattempo garantito attraverso l’attuale operatore.

Il Comune intanto ha approvato le tariffe per il 2017. La Tari varrà 29,6 milioni di euro, al netto della sanzione da quasi 232mila euro che Hera paga per i disservizi dell’aprile dello scorso anno. Il Comune ha discusso e approvato le nuove tariffe, presentate dall’assessore all’Ambiente Gianandrea Baroncini, decise da Atersir. Il 60,24 per cento di questa cifra viene coperto dalle utenze domestiche. Le tariffe aumenteranno in media dell’1,2 per cento a causa di «maggiori costi relativi ad attività e progetti di efficientamento e potenziamento dei servizi di raccolta differenziata dei rifiuti». La delibera è passata ma l’opposizione ha contestato il costo del servizio, a suo dire eccessivo, chiedendo una nuova politica di gestione dei rifiuti e di determinazione delle tariffe.

Lista per Ravenna segnala poi un caso a Lido Adriano che riguarda la gestione dei rifiuti ingombranti. Secondo la lista civica con il rinnovo delle strutture vacanziare, la frazione viene invasa puntualmente da divani, mobili e materassi lasciati accanto ai cassonetti. Ad una prima segnalazione Hera ha risposto anticipando l’apertura della discarica in via Bonifica ma il fenomeno continua, come si vede nella gallery, e ora il capogruppo di Lpr Alvaro Ancisi chiede che si intervenga prima di Pasqua anche con l’ausilio della polizia municipale.

RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21
IDROZETA BILLB TOP 11 06 – 30 09 21
CONAD LIBRI SCUOLA BILLB 01 – 30 09 21