Sciopero Logistica Ferrari, Maestri scrive al prefetto: «Salvaguardare i lavoratori»

Il deputato di Possibile: «Subito un tavolo di trattativa. Per i dipendenti sacrifici economici ingiusti e sproporzionati, oltre alla perdita del rapporto di lavoro a tempo intederminato»

Andrea Maestri

Andrea Maestri

Andrea Maestri ha passato parte della domenica davanti ai cancelli di Marcegaglia per parlare con i lavoratori di Logistica Ferrari che stanno scioperando, preoccupati per il loro futuro in seguito alla scadenza del contratto tra la ditta e l’azienda metalmeccanica. Ora scrive al prefetto: «Le rivendicazioni dei lavoratori trovano piena rispondenza nella normativa giuslavoristica e nelle norme della Costituzione che impongono la tutela della dignità, dei diritti, della salute e della sicurezza dei lavoratori» Maestri chiede che si apra un tavolo di trattativa in prefettura.

Maestri sottolinea l’imporanta «di profondere ogni sforzo perché ai 55 lavoratori in sciopero e alle loro famiglie non siano sottratti, per un cambio di sabappalto, del loro inquadramento contrattuale e della loro posizione economica, perché le proposte sinora formulate comportano sacrifici economici ingiusti e sproporzionati (fino a 7000 euro in meno all’anno), la perdita del rapporto di lavoro a tempo indeterminato, il demansionamento ed il depauperamento delll’elevato livello di esperienza e di specializzazione che è un patrimonio per tutte la aziende interessate e per la stessa comunità ravennate; questo anche perché lavoratori già formati, specializzati ed esperti sono la migliore garanzia contro infortuni ed incidenti in un settore che ne ha sempre contati troppi. Le ragioni dell’economia non possono mai prevalere su quelle del diritto»

CONAD VINI PETER ZEMMER MRT 17 02 – 31 03 21
SPI CGIL CAMPAGNA TESSERAMENTO BILLB 01 02 – 07 03 2020
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 31 03 21
RECLAM RPQ WEB MASTER BILLB 15 01 – 31 03 21