La Regione annuncia: «130 milioni per il porto dal fondo complementare del Pnrr»

Le risorse dovranno servire per la seconda fase dei lavori di approfondimento

Nave Gigante PortoLa Regione Emilia-Romagna annuncia l’arrivo di 130 milioni di euro per il porto di Ravenna, risorse inserite nel fondo complementare del Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza). I fondi dovrebbero andare in particolare per la seconda fase di lavori di approfondimento (quando si dovrebbe arrivare a 14,5 metri di fondali dopo i 12,5 da raggiungere con l’appalto da 230 milioni appena assegnato).

«Abbiamo ottenuto un risultato importante – afferma l’assessore regionale alle Infrastrutture Andrea Corsini – insieme al riconoscimento della sostenibilità e della lungimiranza della nostra strategia e del buon lavoro di squadra fatto coi territori. Con questi fondi, che si sommano agli 85 milioni già stanziati di cui 30 milioni per l’elettrificazione delle banchine che permette di alimentare le navi con corrente elettrica fornita da terra riducendo così le emissioni in porto, potremo finalmente procedere coi cantieri nel secondo tratto per consentire l’ingresso alle navi di grossa stazza e rendere così il porto di Ravenna uno degli snodi centrali europei più efficienti e moderni».

Il piano strategico che riguarda il porto di Ravenna prevede anche la creazione della zona logistica semplificata “Zls Emilia-Romagna”, un progetto per la movimentazione delle merci che coinvolge nove nodi intermodali da Ravenna a Piacenza, aree produttive, province e Comuni della regione e che metterà in relazione infrastrutture viarie e ferroviarie e aree produttive commerciali con il porto e sarà fondamentale per dare impulso all’economia regionale, con crescita di investimenti e nuove imprese.

ORIGINAL PARQUET BILLB MID FISSO 14 – 20 06 21
RAVENNANTICA CHIARO DI LUNA 15 06 – 17 08 21
CONSAR BILLB 14 – 20 06 21
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 30 06 21