Centrifugati, smoothies, succhi, frullati ed estratti: i bicchieri del benessere

Bevande fresche, gustose, colorate e perfette per idratarci e arricchirci di vitamine e sali minerali in estate

Juice

Le bevande a base di frutta e verdura di cui parliamo oggi sono salutari, fresche, gustose, colorate e perfette, soprattutto in estate, per idratarci e arricchirci di vitamine, sali minerali e preziosi antiossidanti ma, a seconda dello strumento che usiamo per la loro preparazione e degli ingredienti scelti, troviamo sostanziali differenze sia per proprietà nutrizionali che per tempi di digestione.
Partiamo quindi dalle definizioni ed iniziamo dal centrifugato. Questo è un concentrato di vitamine e sali minerali ottenuto mediante una macchina che sfrutta il principio fisico della forza centrifuga: gli alimenti sono prima sminuzzati da una grattugia molto affilata e poi il succo viene separato dalla polpa grazie ad un componente che gira ad alta velocità, un po’ come un velocissimo spremiagrumi. In questa fase, la forza centrifuga fa letteralmente schizzare via il succo dalle parti sminuzzate e una rete a maglia molto fine trattiene la polpa e con essa tutte le fibre che spesso rallentano la digestione. In questo modo si può quindi estrarre il succo anche da quelle verdure e frutti che in genere non si possono spremere come mele e pere, frutti di bosco, sedano, carote… A proposito della centrifughe va detto che il calore generato ossida molte vitamine e minerali, specie in quelle ad alta velocità.
Venendo ora all’estratto è importante sapere che si utilizzano apparecchi che pressano la frutta e la verdura e, rispetto alle centrifughe, lavorano a bassi giri e con minore potenza, mantenendo gran parte delle proprietà nutritive degli alimenti (150 watt e 40-80 giri al minuto, mentre le centrifughe lavorano in media con 900 watt ed elevati giri al minuto: sui 12-14mila giri). Nell’estrattore, un’apertura superiore permette di introdurre ogni tipo di frutta, verdura, cereali, germogli, semi, erbe officinali ecc. Una coclea in plastica cattura questi alimenti e, ruotando, li pressa contro un filtro in acciaio. Frutta e verdura passano quindi attraverso un setaccio prima che due differenti bocche restituiscano da una parte un succo ricco di vitamine, enzimi e nutrienti, dall’altra una polpa totalmente secca, incolore e insapore. Con questo strumento si ottiene anche una resa maggiore della centrifuga.
Consapevoli dei tanti pregi che hanno estratti e centrifugati, vanno sottolineati anche i lati non proprio positivi. Prima di tutto, la totale eliminazione di fibre priva le nostre bevande di un contenuto prezioso per il benessere intestinale e per il drenaggio delle tossine. Poi hanno questi succhi hanno un basso potere saziante ed elevato valore di zuccheri che porta anche ad un picco di glicemia nel sangue (soprattutto per i frutti molto zuccherini). Un eccesso che non si ha mangiando a morsi o “piluccando” un frutto intero perché si dà il tempo al nostro corpo di assimilare lo zucchero con un certo dispendio di energia legato al processo digestivo naturale.Centrifugati1
Ora veniamo ai frullati, mix che si ottengono frullando frutta fresca, spesso non sbucciata, con latte vaccino o vegetale (se volessimo un frappè ag­giungeremmo gelato al posto del latte). A differenza di estratti e centrifugati, i frullati mantengono tutta la fibra della frutta che, pur rallentando la digestione, aiuta la motilità intestinale e dona subito un senso di sazietà. E i contro del frullatore? Va di certo detto che durante l’operazione di “frullatura” le lame generano un vortice d’aria che distrugge parte delle vitamine e altri importanti nutrienti. Stessa cosa vale per lo smoothie che è una bevanda di frutta o verdura frullata nella quale si aggiunge acqua o yogurt magro, raramente latte di soia.
Illustrati gli strumenti da usare, arriviamo alle materie prime, alla frutta e alla verdura i cui colori rappresentano delle proprietà specifiche da conoscere per offrire al nostro organismo le sostanze di cui abbiamo bisogno. Il rosso di fragole, ciliegie, rape, barbabietole, melograni favorisce il sistema cardiovascolare e combatte i radicali liberi. Il giallo di agrumi, ananas, carote indica potere antinfiammatorio ed è efficace contro l’invecchiamento cellulare. Il verde di asparagi, menta, avocado, kiwi, rucola, basilico è indicativo di uno straordinario potere antiossidante dovuto alla clorofilla. Il viola di mirtilli, more, fichi, radicchio indica proprietà antinfiammatorie e di difesa per il sistema immunitario.
Ora, non ci resta che sperimentare!

Differenze

Succhi di frutta versus centrifugati ed estratti

I succhi ottenuti con una centrifuga non hanno nulla a che vedere con quelli acquistati. Infatti, mentre i primi sono freschi, vivi (perché appena spremuti e realizzati con ingredienti scelti) e sono ricchi di importanti vitamine, sali minerali ed enzimi, i secondi sono pastorizzati, morti e spesso preparati con ingredienti di bassa qualità e di dubbia provenienza.

Ricette

Ecco alcune miscele per estratti “mirati”

ANTIOSSIDANTE: 3-4 carote, 2 mele, qualche cm. di zenzero fresco e il succo
di mezzo limone.
DISINTOSSICANTE: ½ cetriolo maturo,
2 fette di melone, 1 bicchiere di succo di pera fresco, 2 cucchiaini di succo di limone, 4 foglioline di menta.
DRENANTE: 1 cuore di finocchio, 2 fette
di ananas fresco, 2 gambi di sedano,
4-5 foglioline di menta.
RIMINERALIZZANTE: ½ polpa di noce
di cocco, 2 banane, 2 fette di ananas.
BENESSERE VISTA E GAMBE: 300 gr.
di mirtilli neri, 500 gr. di latte di mandorla non zuccherato e, facoltativo, un cucchiaino di miele o di malto di riso.
DETOSSIFICANTE: 2 cetrioli, 2 coste
di sedano, 10 foglioline di menta.
DISINTOSSICANTE: 2 pere, 2 coste
di sedano, 2 carote.
EFFETTO LASSATIVO: 2 kiwi, 1 pera,
1 cucchiaino di semi di lino.

RECLAM RPQ WEB MASTER BILLB 15 01 21 – 31 01 22
REGIONE ER VACCINI BILLB 14 12 21 – 31 01 22
RAVENNA TEATRO – CARNET BILLB 12 – 23 01 22