Piante aromatiche, per avere più sapore e più salute nel piatto

Le caratteristiche di basilico, salvia, alloro, origano, timo, prezzemolo, menta

Come Coltivare Le Piante Aromatiche Si sa, la natura fornisce all’uomo tanti strumenti per condurre una vita in salute e fra questi abbiamo anche le migliaia specie di piante che, con proprietà diverse, sono indispensabili per il nostro benessere. Quelle aromatiche, quelle che utilizziamo ogni giorno, quelle come l’origano sulla pizza, il rosmarino sulle carni per la griglia e per le patate al forno, il basilico sul pomodoro, il prezzemolo e il timo sul pesce… Nello specifico, oltre che per scopi gastronomici, hanno una grande valenza anche a livello nutrizionale.
In generale, le erbe aromatiche (ma anche le spezie) massimizzano le proprietà nutrienti dei cibi, contengono antiossidanti, minerali e complessi multivitaminici fondamentali, sono termogeniche, cioè aumentano naturalmente il metabolismo facendo bruciare più calorie ed accumulare meno grasso, e accentuano la sensazione di pienezza e di sazietà, inducendo così a mangiare di meno. Poi, è possibile eliminare o diminuire l’uso del sale sostituendolo con le tante foglioline verdi che, proprio in questa stagione, è possibile coltivare nei nostri giardini o sui balconi di casa: si ottiene subito un miglior stato di benessere, meno ritenzione idrica e meno gonfiori.

Il basilico, oltre a essere un condimento gustoso alla base di specialità tradizionali come il pesto, possiede interessanti proprietà che consentono di contrastare alcune patologie. Tra gli effetti terapeutici di questa pianta si annovera la capacità di alleviare dolori delle articolazioni dovuti a patologie come l’artrite e sembra essere indicato favorire la digestione e stimolare l’attività intestinale.

CONAD BIRRA O HARAS HOME MRT2 18 – 24 07 19

La salvia è una pianta conosciuta fin dall’antichità per le sue proprietà benefiche. In particolare, essa sembra possedere interessanti effetti antinfiammatori, per cui è indicata sia per alleviare i dolori mestruali che per contrastare disturbi come tosse e laringinte; è anche un valido antisettico da impiegare per l’igiene orale e per migliorare l’alito. La salvia, inoltre, permette di contrastare problematiche mediche come il diabete, grazie alla sua capacità di ridurre i valori della glicemia.

L’alloro, molto utilizzato in cucina per insaporire zuppe e minestre, offre anche importanti effetti terapeutici. Esso, infatti, può rappresentare una soluzione ideale contro i problemi digestivi (è un forte carminativo), contrasta i dolori addominali e favorisce la protezione delle mucose gastriche. L’olio di alloro, inoltre, può rivelarsi molto utile per trattare distorsioni e alleviare i reumatismi.

L’origano, oltre ad apportare importanti nutrienti, grazie alla presenza di vitamine, potassio, calcio, ferro e magnesio, possiede anche interessanti proprietà terapeutiche: oltre ad assolvere una funzione antibatterica e antisettica contro le ferite, svolge anche un’azione antibiotica e favorisce la digestione, prevenendo i gonfiori addominali (come l’alloro anch’esso è carminativo).

Il timo è una pianta ricca di proprietà antisettiche, depurative, antispasmodiche, digestive e balsamiche. Il suo principio attivo è il timolo, ma contiene anche calcio, magnesio, potassio, manganese. È un ottimo antisettico delle vie aeree e bronchiali, si possono fare infusi in caso di tosse, influenza, raffreddore, bronchiti, asma, ma anche gargarismi quando si è affetti da tonsillite e raucedine.

Il prezzemolo contiene molte vitamine: A, B1, B2, B3, B5, B6, C, E, K e J, aminoacidi e flavonoidi. Usato crudo sugli alimenti aiuta molto la digestione e l’eliminazione di gas intestinale. E’ un ottimo diuretico, aiuta la circolazione e il suo apporto di vitamina C aiuta a prevenire il diabete, asma e arteriosclerosi. Infine, aiuta molto nei disturbi legati al ciclo mestruale.

La menta è nota per le sue proprietà di contrastare i batteri, virus e funghi. Oltre al consumo fresco, è’ impiegata principalmente sotto forma di oli essenziali, infusi e preparati erboristici. E’ utile anche contro raffreddore, punture di insetti, congestione nasale, nausea e mal di stomaco.

La Ricetta: pesto al basilico e mandorle
con semi di lino

PestoIdeale per bruschette, per arricchire le patate lessate (o le verdure lessate in genere) o per condire la pasta
Ingredienti
15-20 foglie di basilico fresco
10 mandorle pelate
sale grosso marino integrale
pepe nero macinato al momento
1 spicchio d’aglio
olio extravergine di oliva
2 cucchiai di semi di lino
Preparazione
Porre mandorle, aglio e semi di lino nel mixer e frullare a bassa velocità fino a quando non si raggiunge una consistenza abbastanza fine. Ora aggiungere anche il basilico, il sale e il pepe. Continuando a mixare, versare a filo l’olio fino a che non si raggiunge una consistenza cremosa ma non finissima.

COLDIRETTI – MERCATO CONTADINO ORARI LEAD MID2 16 – 31 07 19