La Pigna vuole indagare i bilanci di Ravennantica e la Fondazione la chiama ostilità

Il presidente Sassatelli assicura massima trasparenza e fornirà le carte come previsto dalla legge ma parla di accanimento: «Le ripetute richieste a mezzo stampa creano un danno di immagine, stiamo valutando come tutelarci»

Foto.1Panoramica Al Tramonto

L’antico porto di Classe

Sarà anche una procedura prevista per la trasparenza degli enti pubblici ma chiedere così tanti documenti e con tanta insistenza mostra un accanimento ostile nei confronti di Ravennantica. In buona sostanza è questa la posizione espressa dal presidente della fondazione, Giuseppe Sassatelli, di fronte alla richiesta di accesso agli atti presentata dalla consigliera comunale Veronica Verlicchi della lista La Pigna. Il dirigente assicura che il dossier verrà consegnato ma saranno necessari tempi più lunghi per non paralizzare l’attività degli uffici.

Sassatelli si interroga sulla tempistica di questa richiesta: «È quanto meno singolare che tutto ciò avvenga alla vigilia di un’importante assunzione di responsabilità di Ravennantica nell’ambito di quell’accordo di valorizzazione sottoscritto con il ministero dei Beni culturali dal Comune, dalla Regione e dalla Provincia. Per la quantità e la eterogeneità dei documenti, la tempistica brevissima e ravvicinata, oltre che per la ripetitività di alcune di esse inducono a dubitare che siano determinate da un reale desiderio di trasparenza quanto, piuttosto, da un atteggiamento incomprensibilmente strumentale e ostile nei riguardi della Fondazione».

FAMILA HOME MRT 19 – 25 09 19

Il museo archeologico di ClasseIl presidente non riesce nemmeno a digerire l’esposizione della vicenda fatta dalla lista civica sui media: «Le ripetute comunicazioni alla stampa potrebbero provocare un danno di immagine rispetto al quale la Fondazione si riserva fin d’ora di mettere in atto ogni iniziativa possibile a sua tutela».

Per evitare che qualcuno sospetti di opacità in casa Ravennantica, la fondazione da mandato al presidente di richiedere una pubblica audizione: era già calendarizzata una audizione congiunta delle commissioni consiliari Bilancio e Cultura, poi rinviata, nel corso della quale era prevista una illustrazione dei progetti e dei programmi della Fondazione anche in vista dei nuovi impegni di cui dovrà farsi carico. «A questo punto, anche in considerazione delle descritte vicende si ritiene urgente riproporre questa modalità di confronto con la città di Ravenna superando le angustie di una sterile polemica, individuale e settoriale, e riproponendo un confronto di più alto profilo».

RAVEGAN HOME BILLB 16-30 09 19
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 19
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 – 31 12 19