«Forza Nuova in una sala del Comune? Uno sfregio, ma abbiamo rispettato le leggi»

Il sindaco De Pascale interviene sul caso della manifestazione con Roberto Fiore: «Ma di fronte a episodi di violenza va espressa unanime condanna, a prescindere dalle appartenenze»

Depascale«Il Comune di Ravenna subirà questa sera (giovedì 22 febbraio, ndr) lo sfregio di vedere organizzata in una sua sala (quella dell’ex circoscrizione di via Aquileia, ndr) una manifestazione di “Italia agli Italiani”, lista che sarà presente alle prossime elezioni, nata dal duo Forza Nuova e Fiamma Tricolore e che ospiterà il signor Roberto Fiore, già leader di Terza Posizione, gruppo neofascista eversivo che fu sciolto negli anni ottanta in quanto coinvolto in diverse pagine di terrorismo nero, fra cui la strage della Stazione di Bologna. Questa lista è stata ammessa a questa competizione elettorale sebbene, a mio modo di vedere, i suoi programmi e proclami violino palesemente la Costituzione della Repubblica Italiana che nella XII Disposizione Transitoria recita: “È vietata la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista”». Lo ha dichiarato il sindaco Michele de Pascale, intervenuto in consiglio comunale per sottolineare come il Comune di Ravenna, «in assenza di provvedimenti da parte delle Autorità Statali competenti», sia chiamato ad applicare le leggi nazionali e i suoi regolamenti comunali, «che prevedono l’obbligo da parte delle amministrazioni locali di mettere a disposizione sale pubbliche al fine di presentare programmi e candidati delle liste presenti alle elezioni».

«È probabilmente dal 1944, con l’insediamento del Sindaco Repubblicano Riccardo Campagnoni che succedette al Podestà Fascista Giovanni Cottignola – ha continuato però il sindaco –, che in una sala comunale, non vengono propagandati disvalori anticostituzionali. L’unica magra consolazione spero sarà nelle urne, dove vedremo chiaramente quanti cittadini si schiereranno con costoro o con altri movimenti neofascisti e quanti, invece, voteranno, pur anche nelle più ampie e legittime differenze di posizioni, per tutte le altre liste di ispirazione Costituzionale».

Il sindaco ha poi fatto un appello a tutti, in vista anche dell’incontro di questa sera. «Auspico – ha dichiarato – che a tutto ciò non si aggiungano ulteriori violazioni di legge, con particolare riferimento alle disposizioni delle leggi Scelba e Mancino e che il tutto possa comunque svolgersi senza gli episodi di violenza che, purtroppo, stanno colpendo molte città italiane e sui cui, a prescindere dalle appartenenze, va espressa unanime e assoluta condanna».

CONSAR HOME BILLB 08 – 30 09 20
ACCADEMIA DEL MUSICAL BILLB 17 09 – 04 10 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -30 09 20
REGIONE ER SCUOLA SICURA LEADERB BOTTOM 14 – 30 09 20
COFARI HOME LEAD MID 21 – 30 09 20