Rifacimento del ponte Teodorico. Sopralluogo del presidente regionale Bonaccini

Il governatore in cantiere con l’assessore Corsini, il Sindaco e i vertici di Rfi. «Interventi fondamentali anche per il porto». FOTO

Ponte Teodorico Passerella

Rimozione della passerella pedonale del ponte Teodorico

Il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini assieme all’assessore alle infrastrutture Andrea Corsini, al sindaco di Ravenna De Pascale e a dirigenti di Rfi (la società delle Ferrovie Italiane), hanno partecipato a un sopralluogo, questa mattina 13 giugno, nel cantiere del cavalcaferrovia Teodorico a nord-est della città, al centro di importanti lavori di rifacimento, che sono iniziati con lo smantellamento del ponte pedonale attiguo alla struttura principale.
I lavori prevedono l’installazione di un nuovo ponte dal costo di 9 milioni di euro che scavalcherà il fascio di binari della stazione centrale, con una struttura ad arco in un’unica campata di 56 metri di ampiezza. Dimensioni che consentono di far transitare sui binari sottostanti i treni che trasportano i container di ultima generazione e i rimorchi dei camion.

«Un intervento per potenziare un hub strategico per l’Italia e primo punto di approdo delle merci importate in Emilia-Romagna – ha sottolineato Bonaccini –. Un’infrastruttura pubblica fondamentale per la competitività e l’attrattività del territorio, e quindi per la nostra economia e le nostre imprese e un’opera che libera una parte importante della città migliorandone la vivibilità e riducendo l’interferenza delle linee ferroviarie con la viabilità urbana. Una scelta che guarda alla sostenibilità, al trasporto su ferro e non su gomma e alla riqualificazione degli spazi, contribuendo a rimettere in modo l’economia attraverso la leva degli investimenti pubblici, fondamentale per la ripartenza. Continuiamo quindi a fare squadra con enti locali, territori e partner privati perché si possa tornare a crescere e creare occupazione di qualità».

Bonaccini Ponte Teodorico

Da sinistra, Bonaccini, De Pascale e Corsini

«Seguendo le indicazioni dell’Unione europea – aggiunge Corsini – intendiamo favorire sempre più il potenziamento della multi-modalità basata su ferrovie, vie navigabili interne e infrastrutture marittime. Insieme a Rfi, alla città di Ravenna e all’Autorità del Sistema portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale abbiamo sostenuto l’intera fase di analisi e progettazione degli interventi, grazie a un protocollo d’intesa sullo sviluppo di quello che per noi è un punto di snodo nevralgico dell’economia regionale»

«È un investimento molto importante per diversi motivi, mettiamo in sicurezza il ponte che aveva bisogno di interventi, favoriamo la crescita dell’economia portuale potenziando il porto e riqualifichiamo l’intera zona con un intervento di valore – spiega il sindaco De Pascale –. Si tratta del primo passo che va nella direzione di incrementare e ottimizzare il traffico commerciale su ferro e migliorare la circolazione, nella consapevolezza che la crescita e lo sviluppo dello scalo portuale di Ravenna, che riveste un ruolo fondamentale in termini regionali, nazionali e internazionali, non può prescindere dal potenziamento delle infrastrutture al suo servizio.Nella stessa direzione vanno anche gli altri interventi contenuti negli accordi sottoscritti con Rfi, Regione Emilia-Romagna e Autorità portuale che permetteranno di deviare traffico merci dalla stazione favorendo così il potenziamento del traffico passeggeri. Fin da subito – conclude  il primo cittadino – ci siamo impegnati per rendere Ravenna sempre più connessa dal punto vista ferroviario, implementando i collegamenti, riducendo tempi percorrenza e aumentando il numero delle corse per pendolari e turisti».

I primi lavori di rifacimento del ponte Teodorico (foto di Massimo Argnani)

CONSAR HOME BILLB 08 – 30 09 20
ACCADEMIA DEL MUSICAL BILLB 17 09 – 04 10 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -30 09 20
REGIONE ER SCUOLA SICURA LEADERB BOTTOM 14 – 30 09 20