Luca Mauceri e l’esempio di Francesco da Assisi, per una vita senza più orpelli

Alla Fraternità San Damiano la presentazione del libro e poi due giorni di stage di espressività vocale

Lucamauceri

Luca Mauceri

Dove se non alla Fraternità San Damiano di Ravenna, in via Oberdan 6, si poteva tenere una tre giorni con Luca Mauceri e il suo L’uomo dei sogni? E così se sabato 11 e domenica 12 maggio saranno dedicati a uno stage intensivo di espressività vocale con momenti conviviali per i partecipanti (info per iscrizioni: 338 6215630), il venerdì sera (10 maggio) alle 18, in un incontro invece aperto a tutti, l’attore e musicista presenterà il suo libro, L’uomo dei sogni (Romena edizioni). Si tratta di un testo autobiografico in cui Mauceri racconta il suo percorso degli ultimi anni e racconta il suo “uomo dei sogni” che altri non è che Francesco da Assisi.

Un invito a riscoprire la modernità e l’attualità di quel messaggio e di quell’esempio, di quell’invito ad alleggerirsi dei beni superflui materiali per arrivare alla bellezza del creato e all’essenza che può dare un senso a un percorso di vita che sia in grado di guardare da fuori e da lontano, di distaccarsi da tutti quegli orpelli che ci appesantiscono e ci impediscono di vivere una vita piena. Non è un libro per credenti, quello di Luca Mauceri, ma sicuramente un libro per chi è in cerca di risposte, per chi si sente più estraneo a un mondo in cui è scomparso il silenzio e l’ascolto, in cui passiamo il tempo con le cuffiette nelle orecchie e gli occhi su uno schermo, ormai incapaci di guardare l’altro, di alzare gli occhi al cielo, di godere di ciò che ci circonda. Dal suo perdersi durante il camino di Compostela, al suo ritorno ad Assisi, a quel suo bisogno di portare fuori il cane del padre, dopo la dipartita di quest’ultimo, il libro è un invito a ritrovarsi, con o senza Dio, nell’esperienza tutta umana di Francesco. E anche dello stesso Mauceri.

COOP SAN VITALE MRT TEODORIGO 26 10 – 08 11 20

Una curiosa occasione per i ravennati che lunedì 6 maggio hanno invece avuto il modo di incontrare Paolo Rumiz e il suo magnifico, poetico e potente Il filo infinito dedicato a un suo personale viaggio, anzi pellegrinaggio, tra i monasteri benedettini alla ricerca delle radici europee. Viaggio in cui, inevitabilmente, come seguendo le tracce di Francesco con Luca Mauceri, riscopriamo la portata del silenzio e dell’ascolto.

REGIONE ER PARTECIPAZIONE LEADERB MID1 26 10 – 11 11 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -31 10 20
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20