Abbattuto il mandorlo secolare della Torre, interrogazione M5s in regione

L’albero ritratto nei dipinti di Ugonia nel 1920 è stato eliminato nei lavori per la messa in sicurezza della parete gessosa: intervento da 80mila euro della protezione civile dell’Emilia-Romagna

WhatsApp Image 2020 10 11 At 21.12.20 (1)A Brisighella sono partiti da poco i lavori di manutenzione straordinaria lungo la parete gessosa sotto la Torre dell’Orologio, finanziati dalla Regione per un importo di 80mila euro, e sono stati abbattuti alcuni alberi tra cui il celebre mandorlo centenario che era una sorta di simbolo della località. Chi ha deciso l’abbattimento? Lo chiede “Insieme per Brisighella”, gruppo consiliare di opposizione. Ma anche il Movimento 5 Stelle si interessa alla vicenda con una interrogazione regionale, proprio perché il coordinamento del progetto sarebbe in capo a Bologna. Questa è infatti la motivazione per cui il sindaco Massimiliano Pederzoli si è detto dispiaciuto ma ha rimarcato che il Comune è estraneo in quanto i lavori sono in capo alla Protezione civile regionale.

I lavori si sono resi necessari per evitare le cadute massi e ciottoli che mettevano a rischio le abitazioni sottostanti. La messa in sicurezza del Belvedere, con la demolizione del vecchio parapetto in muratura, prevede la realizzazione di un nuovo cordolo dotato di ancoraggi, il posizionamento di funi in acciaio che costituiranno la protezione della parete gessosa e il montaggio di un nuovo parapetto metallico.

FAMILA MRT 24 11 – 02 12 20

Insieme per Brisighella ricorda che quel mandorlo aveva ispirato l’artista Giuseppe Ugonia che nel 1920 esponeva alla Biennale di Venezia due opere, “Il Mandorlo della Torre” e “Ave Maria”: «Ribadiamo lo sconcerto ambientale e culturale di un intervento che poteva essere eseguito coniugando la sicurezza e l’estetica del paesaggio e che qualcuno, dalle autorità regionali fino a quelle dell’attuale amministrazione guidata dal Sindaco Pederzoli dovrà renderne conto ai cittadini e a tutti coloro a cui interessano i beni comuni materiali e immateriali come la cultura. Con le risorse e i bilanci in ordine si possono asfaltare strade, ma le sensibilità non ha prezzo».

ARKA ERGO STUDIO BILLB 12 – 30 11 2020
CONAD APERTI BILLB 22 03 -30 11 20
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20
REGIONE ER LAVORO LEADERB MID1 12 – 29 11 20