Petizione per mantenere stabili tre medici di famiglia a Marina di Ravenna

L’istanza sottoscritta da 600 residenti della frazione. Il sostegno di Lista per Ravenna che aveva già posto la questione al Sindaco

Medico Di FamigliaC’è una carenza  nell’organizzazione sanitaria di base a Marina di Ravenna e in particolare l’insufficienza di medici di famiglia a servizio della località. Lo sottolinea una petizione depositata in Municipio a Ravenna il 29 dicembre scorso, con 600 sottoscrizioni di cittadini della frazione della costa, prima firmataria la dottoressa Daniela Zeba, che ha motivato l’istanza commentando che «Marina di Ravenna, unita e senza distinzione di appartenenza politica, si aspetta di ottenere da un’amministrazione responsabile ed attenta la salvaguardia dei diritti dei cittadini».

La segnalazione dell’iniziativa si legge in una nota stampa del gruppo di opposizione consiliare Lista per Ravenna, che rivendica di avere posto in passato il problema all’amministrazione comunale ravennate di fronte a scelte di infrastrutturazione e organizzazione della sanità pubblica che rischiano di penalizzare Marina di Ravenna e i suoi abitanti.

A questo proposito scrive il capogruppo di LpR Alvaro Ancisi, citando un suo question time del settembre scorso: «“A Marina di Ravenna i suoi 3.448 abitanti si sono trovati falcidiati dei medici di famiglia di cui disponevano presso i rispettivi ambulatori privati, per il fatto che uno dei tre è stato trasferito nella Casa della Salute di Lido Adriano, senza essere sostituito. Di quelli rimasti, uno non può accogliere altri pazienti avendo il pieno degli assistiti, mentre l’altro è diviso a metà con Ravenna. La prospettiva di doversi recare, per ogni esigenza primaria di salute, a Lido Adriano o a Ravenna non è accettata da alcuno. Né può soddisfare che, dopo le prime sollevazioni dei cittadini, sia stata disposta la presenza ambulatoriale, a titolo precario, di un sostituto per tre giorni la settimana”.
Di qui la richiesta della petizione:Operare fattivamente affinché sia almeno restituita a Marina di Ravenna, nel più breve tempo possibile, la disponibilità piena e stabile di tre medici di famiglia operanti nella località con un proprio ambulatorio. Si eviti, in particolare, che eventuali istituzioni di Case della Salute altrove gliene sottraggano alcuno”.
Ma il 14 ottobre il presidente della Regione Bonaccini e il 31 dicembre il sindaco De Pascale hanno annunciato, a proposito di Case della Salute nel Comune di Ravenna, la decisione di innalzarne una nuova da sei milioni nel quartiere Darsena, già in programma, e per il resto di realizzare delle “strutture a Castiglione e a Marina di Ravenna”, cioè, in sostanza, delle succursali. Non è questo che Marina di Ravenna si aspettava da quando, durante il mandato 2006-2011 del sindaco Matteucci, fu progettato di realizzarvi una Casa della Salute, ora creata invece a Lido Adriano, benché grande spazio fosse disponibile nel suo nuovo centro civico di capoluogo dell’Area Mare».

CONSAR BILLB 16 – 22 05 22
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 11 21 – 31 12 22
ASER LEAD BOTTOM 01 04 – 30 06 22