Le guardie giurate ora diventano (anche) sentinelle delle forze dell’ordine

Firmato un protocollo in prefettura per favorire le segnalazioni

0È stato sottoscritto – tra il prefetto di Ravenna Castrese De Rosa, i vertici provinciali delle forze dell’ordine, i vicesindaci di Ravenna, Cervia e Russi, i presidenti delle Unioni dei Comuni della Romagna Faentina e della Bassa Romagna, il comandante della polizia locale di Ravenna, nonché i rappresentanti degli istituti di vigilanza del territorio ravennate Ambra, BTV, Cittadini dell’Ordine, Coopservice, Corpo Vigili Giurati e Mes Security – il protocollo “Mille occhi sulle città”.

Lo scopo dell’accordo è quello di allargare gli strumenti della sicurezza partecipata e integrata, creando una collaborazione proattiva tra le forze di polizia e le guardie giurate.

L’obiettivo principale è quello di avere dei sensori sempre attivi, «delle vere e proprie sentinelle – si legge in una nota della prefettura – pronte a segnalare alle forze dell’ordine situazioni che incidono sulla sicurezza urbana, episodi di microcriminalità o di potenziale pericolo».

«Si tratta di uno strumento di estrema importanza – ha sottolineato il prefetto De Rosa – che incrementerà ulteriormente il livello di sicurezza nelle nostre città, attraverso una costante azione sinergica tra le guardie giurate dei vari Istituti di Vigilanza che operano in questa provincia e le Forze di Polizia, alle quali dovranno segnalare, attraverso procedure standardizzate, qualsiasi situazione di rilievo o che, comunque, merita di essere verificata e approfondita, sia a fini preventivi che di repressione dei reati».

Al fianco delle telecamere, quindi, si affiancherà ora «l’insostituibile attività dell’occhio umano che, per il tramite delle guardie giurate che giornalmente svolgono servizi per le committenze private o pubbliche o percorrono le strade dei nostri Comuni, creeranno una sorta di reticolo invisibile, assicurando uno scambio costante di informazioni».

Le segnalazioni riguarderanno, a titolo esemplificativo – citiamo il protocollo stesso -: la presenza di mezzi di trasporto o di persone sospette; l’eventuale fuga di mezzi o persone dal luogo del delitto; veicoli rubati e/o abbandonati; la presenza di bambini, persone anziane, persone in stato confusionale o in evidente difficoltà; la presenza di ostacoli sulle vie di comunicazione; l’interruzione dei servizi di fornitura di fonti energetiche; l’allontanamento da presidi ospedalieri di persone anziane o in trattamento sanitario obbligatorio; elementi informativi concernenti fattispecie configuranti potenziali illeciti economico-finanziari; ogni altra situazione che faccia ritenere imminente la commissione di reati; le situazioni particolarmente significative di degrado urbano e disagio sociale.

DARSENALE BILLB BRUNCH 01 01 – 12 02 23
ARTIGIANO DELLA PIZZA BILLB 03 – 12 02 23
TOP RENT BILLBOARD 25 01 – 28 02 23
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 01 01 – 31 12 23