Ravenna alla ricerca di un altro acuto lontano da casa per muovere la classifica

Calcio C / Poco fortunata al “Benelli”, domani (domenica 19 novembre, ore 18.30) la squadra giallorossa sfida la Reggiana sognando una impresa in trasferta dopo quelle di Fano e Gubbio. Antonioli: «Ci sono tutte le premesse per fare una grande partita»

Gioia Dopo Un Gol B35A0376

Il Ravenna vuole tornare a gioire in trasferta

In coincidenza con la trasferta di Reggio Emilia, altra tappa importante nel percorso che deve portare alla salvezza, nella cornice prestigiosa del Mapei Stadium domani (domenica 19 novembre, ore 18.30, arbitro Clerico di Torino) il Ravenna prova a ripetere un’altra impresa dopo quelle di Fano e Gubbio che possa far riprendere la serie positiva interrotta con la sconfitta con la Sambenedettese e dare maggiore sostanza alla classifica. Per l’occasione il tecnico Mauro Antonioli ritrova Papa, che ha scontato il turno di squalifica, ma lamenta sempre le assenze di Barzaghi, Lucarini e Tabacchi. «E’ una partita difficile, come tutte in questo campionato – inizia l’allenatore – ma la affrontiamo con serenità e fiducia. Dispiace non aver dato continuità alla serie positiva che avevamo iniziato col Mestre, ma anche la partita con la Samb ha dimostrato che siamo in un buon momento. Continuiamo ad allenarci con intensità e serenità, vedo una crescita esponenziale nei più giovani e ci sono tutte le premesse per fare una grande partita, perché solo con una grande partita si può fare risultato domani, contro una Reggiana che si trova in una posizione di classifica che non risponde al valore del suo organico e che nell’ultimo periodo ha dato ampi segni di risveglio».

Gara importante per il Ravenna e match particolare per Filippo Capitanio, rientrato a pieno titolo domenica scorsa dopo l’infortunio subito a metà settembre. Il difensore giallorosso ha disputato, infatti, mezza stagione a Reggio Emilia (campionato di Prima Divisione Lega Pro 2013/14) e domani torna da avversario per la quarta volta dopo Como, Santarcangelo e Teramo. «Anche se non stavo bene a livello fisico – ricorda – ritengo quella di Reggio una bella esperienza per me, se non altro per aver debuttato in Prima Divisione, anche se ammetto che avrei potuto dare di più. Reggio è una bellissima piazza, e giocare in quello stadio stupendo dà una certa emozione. Saluterò con piacere alcuni amici che ho ancora lì ma poi i ricordi dovrò lasciarli fuori perché ci aspetta una partita fondamentale. L’unico pensiero che ho è quello del risultato da ottenere, che ci serve per ripartire, contro una Reggiana che non mi aspettavo di vedere in questa posizione di classifica».

Il programma (15esima giornata): Padova-Triestina 2-1 (disputata venerdì 17 novembre); domenica 19 novembre, ore 14.30, Fano-Sudtirol, Renate-Teramo, Sambenedettese-Bassano, Vicenza-Mestre; ore 18.30 FeralpiSalò-Albinoleffe, Gubbio-Fermana, Reggiana-Ravenna. Riposano: Pordenone e Santarcangelo.

Classifica: Padova (13 gare disputate) 29 punti; Renate (12) 25; Albinoleffe (12) e Pordenone (14) 21; Sambenedettese (12) e Feralpisalò (13) 20; Triestina (13) e Bassano (13) 18; Sudtirol (13), Mestre (13) e Fermana (13) 17; Vicenza (11) 16; Teramo (13) e Gubbio (13) 14; Reggiana (12) 13; (12) 11; Ravenna (12) 10; Santarcangelo (12) 7; Fano (12) 6.

CONSAR HOME BILLB 08 – 30 09 20
ACCADEMIA DEL MUSICAL BILLB 17 09 – 04 10 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -30 09 20
REGIONE ER SCUOLA SICURA LEADERB BOTTOM 14 – 30 09 20