Il derby di Imola finisce con una sconfitta al fotofinish per un’altalente OraSì

Basket A2 / I giallorossi vengono regolati di una sola lunghezza dai padroni di casa dell’Andrea Costa

Imola-Ravenna 71-70
(13-19, 32-29, 51-45)
ANDREA COSTA IMOLA: Penna 14, Gasparin 7, Alviti 15, Wilson 11, Maggioli 6, Bell 10, Simioni 5, Toffali 3. All.: Cavina.
ORASI’ RAVENNA: Giachetti 10, Rice 18, Raschi 2, Masciadri 7, Grant 15, Montano 6, Chiumenti 6, Sgorbati, Esposito, Vitale 6. Ne: Cinti. All.: Martino.
ARBITRI: Vita, Cappello e Capurro.
NOTE – Imola: tiri da due 9/29, da tre 12/30, liberi 17/22, rimbalzi 34. Ravenna: tiri da due 21/42, da tre 5/15, liberi 13/23, rimbalzi 43.

Rayvonte Rice

Il giallorosso Rayvonte Rice

Sconfitta in volata dell’Orasì nel derby di Imola, che premia alla fine un’Andrea Costa più incisiva da tre e ai liberi, là dove Ravenna è stata invece discontinua. I padroni di casa hanno costruito il loro successo tra la fine del terzo e l’inizio del quarto, la rimonta dell’OraSì è stata tardiva e molto basata sui nervi.

COOP SAN VITALE MRT MATER NATURAE 12 – 25 10 20

Bell’inizio nel primo quarto dell’OraSì, che propone Raschi in quintetto e viene lanciata avanti da Grant e Rice (9-17). Dopo 8’ coach Martino ha avvicendato l’intero quintetto mentre dall’altra parte si vede Bell. Secondo parziale con i contatti che si moltiplicano senza troppi interventi arbitrali. Imola inizia a segnare con continuità da tre mentre Ravenna si incarta e con un break di 9-2 i padroni di casa vanno avanti (27-26) per chiudere a metà gara con un’altra tripla (Alviti) sulla sirena. Terzo quarto con quattro punti consecutivi di Montano per il sorpasso (35-36), poi Penna restituisce mentre l’atmosfera si fa molto elettrica dopo un tecnico a Cavina ma Martino toglie dalla giacca l’asso Vitale, che segna 5 punti per ribaltare ancora tutto. L’OraSì però non insiste perché spreca moltissimo dalla lunetta (1 su 5 per Rice) e Imola ne approfitta per allungare con un break di 9-2.

Ultima frazione con il break di Bell che in pratica decide la gara (57-45) anche se Rice e Grant provano la rimonta (61-57) a 4’ dalla fine. La bomba del meno 1 di Masciadri entra ed esce dal canestro, poi Rice fa il 61-59. Gasparin ricaccia indietro l’OraSì sul 64-59, liberi di Montano 64-61, gioco a due Rice-Grant con canestro più fallo ma il libero del pareggio non entra, poi Penna e Grant 66-65 all’ultimo minuto. Un libero su due di Wilson (67-65, a 36 secondi), Rice sbaglia e fallo su Gasparin che dalla lunetta fa 68-65. Rice per il 68-67 poi fallo su Bell che fa 2/2, Giachetti invece prende un colpo da Bell e fa 1 su 2 per il 70-68. Maggioli uno su due 71-68 a otto secondi, rimessa sbagliata da Imola ma poi una chiamata dubbia su Montano (piede sulla linea?) e finisce con la settima vittoria casalinga di Imola.

Risultati (19ª giornata): GSA Udine-Roseto Sharks 80-70, Assigeco Piacenza-Termoforgia Jesi 73-84, Agribertocchi Orzinuovi-Consultinvest Bologna 81-90, Unieuro Forlì-De’ Longhi Treviso 65-79, Andrea Costa Imola Basket-OraSì Ravenna 71-70, Tezenis Verona-XL Extralight Montegranaro 96-71, Alma Pallacanestro Trieste-Bergamo 85-76, Bondi Ferrara-Dinamica Generale Mantova 101-68.

Classifica: Trieste 30 punti; Bologna 28; Montegranaro 26; Ravenna, Udine e Verona 24; Treviso e Mantova 22; Imola 20; Ferrara e Jesi 18; Piacenza e Forlì 14; Orzinuovi 8; Bergamo e Roseto 6.

STUDIO MARTINI ADV FLESSIBILITA LEAD TOP 19 – 25 10 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -31 10 20
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20
REGIONE ER PARTECIPAZIONE LEADERB BOTTOM 19 10 – 11 11 20