L’OraSì dà battaglia nell’amichevole di Siena ma cede in volata alla Mens Sana

Basket A2 / Spinti dai due statunitensi, da Montano e Cardillo, ravennati piegati negli ultimi secondi dai toscani. Bella rimonta nel terzo quarto, recuperando dieci punti di svantaggio

Siena-Ravenna 79-78
(17-14, 43-37, 64-63)
ON SHARING MENS SANA SIENA: Poletti 8, Pacher 22, Morais, Lupusor 11, Marino 15, Radonjic 3, Ranuzzi 3, Del Debbio 2, Cepic, Prandin 6, Ceccarelli 3, Sanguinetti 6. All.: Moretti.
ORASI’ RAVENNA: Hairston 16, Smith 13, Montano 14, Jurkatamm 5, Cardillo 14, Rubbini 7, Seck 2, Gandini 5, Baldassi, Tartamella 2, Laganà. All.: Mazzon.
ARBITRI: Masi, Ursi, Bongiorni.

Siena Ravenna

Un’immagine del test di Siena tra Mens Sana e OraSì (foto Facebook Mens Sana Siena)

La OraSì a Siena cede in volata alla Mens Sana al termine di un match divertente e giocato con intensità da entrambe le squadre, che hanno regalato un finale punto a punto nel quale hanno la meglio i biancoverdi. Con un Laganà a mezzo servizio, i ravennati mostrano di essere in buona condizione, spinti dal duo statunitense Hairston-Smith, da Montano e da Cardillo, tutti in doppia cifra. Domenica prossima, 7 ottobre, il quintetto di Mazzon comincia la regular season facendo visita a Piacenza all’Assigeco Casalpusterlengo.

CONAD RACCOLTA PLASTICA MRT2 20 – 29 02 20

La partita comincia con Smith che piazza lo 0-6 iniziale di Ravenna. Immediata la reazione mensanina con Poletti e la tripla di Ranuzzi ma Hairston schiaccia il nuovo +3 ospite imitato da Pacher per il 7-8 di metà primo parziale. Lupusor con un appoggio al tabellone regala il primo vantaggio alla ON Sharing (11-8). Nel finale di quarto la partita si fa spigolosa: Hairston e Sanguinetti segnano due tiri liberi a testa, così come Rubbini e Lupusor: 15-12. Anche Cardillo è preciso dalla lunetta, poi Pacher cattura un rimbalzo offensivo e in tap-in firma il 17-14.

In apertura del secondo quarto Sanguinetti trova un’autostrada davanti e il +5 (19-14) ma Cardillo accorcia da tre e poi serve a Seck un pallone facile per il 19-19. Si scatena Pacher che prima vola da una parte all’altra del campo e appoggia in sottomano poi realizza la tripla dall’angolo del 26-22. Mazzon rigetta nella mischia Hairston che lo ripaga con il canestro del -2 (28-26). Nuovo allungo biancoverde con la prima tripla della serata di Marino, ma Hairston sfrutta il fisico a centro area (33-32) e con Smith Ravenna sorpassa ancora (33-34). Contro-parziale della ON Sharing con Poletti e Lupusor (39-34), poi è massimo vantaggio mensanino con Marino e Prandin (43-36) prima del tiro libero di Gandini che chiude il parziale sul 43-37.

Si riparte nella terza frazione con cinque punti in fila di Pacher per il 48-39, con Marino dall’arco la ON Sharing trova il primo vantaggio in doppia cifra (51-39). L’ex Reggio Calabria è scatenato e con un canestro e fallo realizza il 54-41 mentre Montano con una tripla sblocca Ravenna che va a segno dal perimetro anche con Smith per lo 0-6 del 54-47. Il numero 2 ravennate tiene aperto il parziale della OraSì chiuso da Sanguinetti (56-49) a poco più di tre minuti dalla sirena. Rubbini dall’angolo realizza la tripla del -4 ma dall’altra parte del campo Cardillo è punito con un fallo e un tecnico e la ON Sharing, con la bomba di Ceccarelli, si ritrova sul 62-52. Cardillo, due volte, e Montano colpiscono dall’arco e Ravenna torna a un solo possesso di distanza (64-61). Sempre Montano in penetrazione appoggia al tabellone il 64-63 dopo 30′.

Poletti, Pacher con un gioco da 2+1 e Del Debbio aprono l’ultimo quarto (72-63) ma Ravenna piazza un contro-break di 9-0 e pareggia i conti (72-72) quando restano solo 3′ da giocare. La reazione mensanina è nella tripla di Marino, che raggiunge la doppia cifra e regala il +3 con 2’32” sul cronometro. Gandini realizza un solo tiro libero mentre dall’altra parte Sanguinetti scivola sul parquet ed è costretto ad uscire zoppicando. Montano a 42” dalla fine spara dall’angolo la tripla del 75-76, la ON Sharing rimette la testa avanti con il 2/2 di Marino e nell’azione successiva costringe Ravenna alla palla persa. Il fallo sistematico della OraSì porta il capitano biancoverde di nuovo in lunetta (79-76 a 13”). Rubbini lo imita dopo il fallo di Poletti (79-78), Pacher sbaglia la rimessa e regala palla a Ravenna ma il tiro in penetrazione di Montano allo scadere trova solo il primo ferro.

TORNERIA IN LEGNO CP BILLB TOP 30 01 – 29 02 2020
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 19 – 31 12 20