Collinelli campionessa mondiale nell’inseguimento a squadre su pista juniores

Ciclismo / Reduci dalla vittoria nella stessa gara ai recenti europei, la ravennate e le sue compagne confermano il titolo iridato dello scorso anno battendo di soli sette millesimi la Nuova Zelanda

Collinelli Esultanza Mondiale

Sofia Collinelli esulta con la medaglia d’oro mondiale

Il ritorno sull’amata pista fa esultare Sofia Collinelli, che dopo i buoni risultati ai campionati europei su strada (sesto posto nella cronometro, decimo nella corsa in linea) centra la vittoria ai campionati mondiali juniores in svolgimento a Francoforte sull’Oder, in Germania. Splende infatti l’oro conquistato dal quartetto rosa composto dalla ravennate assieme a Camilla Alessio, Eleonora Gasparrini e Giorgia Catarzi nell’inseguimento a squadre vinto, dopo una gara combattuta, per soli 7 millesimi di secondo sulla Nuova Zelanda. Le azzurrine, prime nella specialità ai recenti campionati europei, confermano così il titolo dello scorso anno vinto in 4’28”398 e con un organico diverso, a eccezione di Collinelli e Catarzi, avvalorando la scuola italiana in questa disciplina con una radice profonda e significativa già nelle giovani categorie.

Collinelli Con Papa E Gasparrini Mondiale

Sofia Collinelli con papà Andrea e la compagna Gasparrini

Per la figlia d’arte (il papà Andrea è stato campione olimpico ad Atlanta 1996) rappresenta un eccezionale “strike” di titoli internazionali di specialità, essendo sempre stata protagonista nell’accoppiata 2018 ad Aigle (Mondiale più Europeo), ripetuta in questa stagione, prima agli Europei di luglio a Gand e ora ai Mondiali in Germania. «La Nuova Zelanda è stata molto forte – racconta Sofia Collinelli – ma noi di più; riconfermarsi è stato grandioso. Personalmente avevo più esperienza e sono riuscita a gestire al meglio la gara. Tra i successi di questo biennio nella specialità, questo è stato il più bello, anche per come è arrivato».

CONAD VINI SABBIONI ORIOLO MRT2 07 – 13 11 19
Collinelli In Pista Mondiale

Sofia Collinelli e le altre azzurre in azione in pista

Con il miglior crono registrato in qualifica ieri (4’28”192), mercoledì 14 agosto, le azzurrine in semifinale infliggono oltre otto secondi di distacco alle padrone di casa della Germania. Il CT Salvoldi schiera Catarzi al posto di Vittilio sapendo che il gruppo allargato è ben amalgamato e nella sfida con le tedesche, che vale l’accesso per la finale oro-argento, Collinelli e compagne arrivano quasi a doppiare le avversarie che frantumano il treno perdendo un’atleta. Già sulla carta la “corsa all’oro” Italia-Nuova Zelanda prometteva di essere davvero avvincente proprio per lo spessore di entrambe le nazioni. In qualifica  le neozelandesi si sono piazzate alle spalle dell’Italia per poco più di un secondo. Alessio, Gasparrini, Collinelli e Catarzi sull’anello tedesco sprigionano tutta la loro forza e la conquista del titolo iridato è un vero capolavoro azzurro: 4’26”060 il crono dell’Italia contro i 4’26”067 della Nuova Zelanda, argento. Sette millesimi che valgono il gradino più alto del podio.

LA MUCCA VIOLA – BILLB MID1 11 – 25 11 19
RAVEGAN HOME BILLB 11 – 24 11 19
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 19