Olimpiadi, la portabandiera cittadina di Conselice: «Una gioia inarrivabile»

Jessica Rossi intervistata da Famiglia Cristiana: «Dedico questo onore all’Italia per tutto ciò che ha passato nell’ultimo anno e mezzo»

Jessica Rossi Portabandiera«Fin da bambina ho sognato, da subito, di andare alle Olimpiadi e magari di vincerle. Da quel lato posso dire di essermi tolta le mie soddisfazioni ma di fare la portabandiera nella cerimonia di apertura mai e poi mai ero arrivata a immaginarlo. È una gioia inarrivabile, penso che per un atleta non ci sia riconoscimento più importante».

Così Jessica Rossi, campionessa del tiro a volo, oro olimpico a Londra 2012 e, appunto, assieme al ciclista Elia Viviani portabandiera azzurra all’Olimpiade di Tokyo, in un’intervista a Famiglia Cristiana sul numero in uscita, di cui è stata fornita un’anticipazione.

«Dedico questo onore – dice ancora la Rossi – all’Italia per tutto ciò che ha passato, come paese, nell’ultimo anno e mezzo. Ora spero tanto che questa Olimpiade, pur senza pubblico, possa rappresentare l’inizio della ripartenza».

Originaria di Cento, Rossi è cittadina onoraria di Conselice, dove si è formata sportivamente nel tiro a volo.

RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21
CONSAR BILLB 11 – 17 10 21
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 31 10 21