Oltre 60 eventi in 24 spazi per celebrare Dante

Per tutto settembre nel 750° della nascita

Dante 2021Nel mese di settembre Ravenna celebra come tradizione il sommo poeta Dante Alighieri, riconosciuto nel mondo quale il simbolo per eccellenza della letteratura italiana. All’interno del vasto calendario intitolato “Ravenna per Dante”, il Comune propone e raccoglie oltre 60 eventi, che coinvolgono 24 spazi e 40 soggetti culturali tra istituzioni e associazioni pubbliche e private.
Quest’anno l’iniziativa si carica di ulteriore importanza, poiché si inserisce nel 750° anniversario della nascita del poeta, che prelude – lungo un percorso settennale – alle celebrazioni del VII Centenario della morte dell’esule Alighieri, avvenuta a Ravenna nel lontano 1321.

 

Dante celebrazioniIl ciclo di eventi culmina domenica 13 settembre, giorno della commemorazione del 694° annuale della morte di Dante: alle 9.15, in Piazza del Popolo, si incontreranno le autorità e le rappresentanze dei comuni di Ravenna e Firenze, che presenzieranno poi, alle 9.45, alla lectio magistralis tenuta dal dantista Lino Pertile nella Sala Muratori della Biblioteca Classense; seguirà alle 11, nella Basilica di San Francesco, la messa in onore di Dante, quest’anno per la prima volta in diretta su Rai 1. Infine, alle ore 12, di fronte alla tomba del poeta, si svolgerà la famosa cerimonia di offerta dell’olio da parte del Comune di Firenze. La giornata si concluderà con una giocosa caccia al tesoro storica per le vie di Ravenna, con inizio alle ore 15 presso la biglietteria del Museo Dantesco (partecipazione gratuita; massimo 30 persone: prenotazione obbligatoria al numero 347-8653124).

Un ruolo centrale all’interno della rassegna lo detiene la manifestazione del Settembre Dantesco, organizzata dalla Biblioteca Classense e dall’Opera di Dante, le due istituzione deputate dal Comune di Ravenna alla tutela, valorizzazione e celebrazione del culto dell’Alighieri. Il ciclo di eventi si apre il 5 settembre con una visita guidata al Museo Dantesco e alla Tomba di Dante, che inizierà alle ore 11 e si ripeterà con le stesse modalità il 12 dello stesso mese: per partecipare è obbligatoria la prenotazione, da effettuare chiamando lo 0544 215676. Mentre nella sala della Manica Lunga – Biblioteca Classense –, è allestita la mostra a ingresso libero di Paolo Gubinelli Segni per Dante: le “opere d’arte su carta” dell’artista marchigiano rappresentano un omaggio all’Alighieri e alla Ravenna “dantesca”; l’esposizione sarà visitabile sino al 3 ottobre, da martedì a sabato dalle 14.30 alle 17.30, con apertura straordinaria domenica 13 settembre, dalle 14 alle 17 (chiuso lunedì e festivi).

Oltre a Gubinelli, la Classense rende omaggio al sommo poeta con un’esposizione biografica d’eccezione: La biblioteca dell’architetto Camillo Morigia. I libri, le incisioni, i disegni, alle origini del progetto architettonico del sepolcro dantesco. La mostra unisce insieme i lavori preparatori della Tomba di Dante, opera appunto di Camillo Morigia, con i capolavori dell’editoria architettonica e artistica della biblioteca morigiana, conservati in Classense. L’esposizione è a ingresso libero e sarà visitabile dal 15 settembre al 5 gennaio 2016 nell’Aula Magna dell’antica biblioteca camaldolese, durante i seguenti giorni e orari: dal martedì al sabato, 10-12 e 14-17, con apertura straordinaria domenica 13 settembre, dalle 14 alle 17 (chiuso lunedì e festivi).

 

Dante AlighieriUn ruolo fondamentale nell’ambito delle celebrazioni dantesche spetta alla “La Divina Commedia nel mondo”, rassegna di risonanza internazionale, a cura del Centro Relazioni Culturali, dedicata alla presentazione delle innumerevoli traduzioni del testo dantesco. Giunta alla XXI edizione quest’anno saranno presentate le versioni della Commedia in lingua basca, kazaka e macedone; le letture avranno luogo nella Basilica di San Francesco, alle ore 21, rispettivamente l’11, il 20 e il 25 settembre.

Non manca uno sguardo di riguardo anche per i più piccoli con “Dante storie tante”: il 15 settembre, alle 17.30 presso i Chiostri Francescani, ha luogo un preliminare incontro formativo aperto ai lettori volontari del progetto Nati per Leggere, insegnanti e genitori; seguono il 19 e il 26 dello stesso mese, (dalle 10.30 alle 12 a Casa Vignuzzi) le letture dedicate ai bambine, alle bambini e ai rispettivi accompagnatori (ingresso libero fino a esaurimento posti).

Le “Conversazioni Dantesche”, a cura del Comune di Ravenna in collaborazione con l’Università di Bologna – sede ravennate –, si dispiegano quest’anno in quattro appuntamenti (8, 9, 10 e 11 settembre, ore 17.30 a Palazzo Rasponi) nei quali si affronterà il tema della nascita e rigenerazione nella cultura europea: dagli antichi miti greci e romani sino alla monoteista religione cristiana, giungendo infine all’immagine divina riflessa nei volti dell’Oltretomba dantesco.

Il vasto programma di eventi proposto dall’Opera di Dante si conclude con le “Letture Classensi”: in tutto 5 incontri (26 settembre; 3, 17, 31 ottobre; 7 novembre; ore 17.30, Sala Muratori – Biblioteca Classense) curati dallo studioso Johannes Bartuschat e dedicati alla ricezione della figura di Dante esule nella letteratura europea e americana dall’Ottocento ai nostri giorni.

 

Nattini CommediaNel vasto panorama culturale proposto da “Ravenna per Dante” si inserisce anche la grande mostra del Museo d’Arte della città, La Divina Commedia: le visioni di Dorè, Scaramuzza e Nattini: una vasta rassegna di più di 500 opere, realizzata dal Mar in collaborazione con la Fondazione Magnani Rocca di Mamiano di Traversetolo (Parma). Le opere di Francesco Scaramuzza e Amos Nattini, considerate tra le più importanti interpretazioni del testo dantesco, sono poste a confronto diretto con le famose incisioni di Gustave Doré, creando un percorso ricco di accostamenti insoliti, diacronici e suggestivi. L’esposizione sarà visitabile dal 4 ottobre 2015 al 10 gennaio 2016; l’ingresso prevede l’acquisto del biglietto (per maggiori informazioni 0544-482477).

Curata del Centro Dantesco è la lezione dello studioso Stefano Carrai seguita dalla solenne cerimonia dedicata alla morte di Dante, con musica della Cappella Musicale di San Francesco: l’evento si terrà il 12 settembre, ore 19.30, alla Sala Severino Ragazzini. Sempre promosso dal Centro Dantesco, in collaborazione con l’Università di Bologna, è Dante poeta cristiano e la cultura religiosa medievale: un Convegno internazionale volto a commemorare la nota studiosa Anna Maria Chiavacci Leonardi, tenuto sotto la direzione scientifica del professore Giuseppe Ledda (28 novembre, ore 9/18, Sala Severino Ragazzini – Centro Dantesco).
Per gli amanti della musica sinfonica si segnala il Concerto dell’Orchestra Arcangelo Corelli, diretta da Jacopo Rivani, domenica 20 settembre, ore 17.30, presso gli Antichi Chiostri Francescani. Sempre di rilievo musicale l’incontro presentato dalla Casa Matha presso propria sede, il 25 settembre, alle ore 17.30: “Dante in Opera: dalla Commedia Divina alla Tragedia Lirica”, con Piero Mioli e Fulvia Missiroli.

Anche quest’anno l’ormai consolidata aggregazione di insegnanti “Dante in rete” partecipa al Settembre Dantesco, inserendosi nel calendario di “Ravenna per Dante” con ben tre iniziative: la prima di queste, svoltasi 1-3 settembre in collaborazione con il Centro Dantesco, è stata la pubblica lettura integrale della Commedia intitolata OltreDante. Tutta la Commedia sul palco di Ravenna; segue giovedì 24 settembre (ore 20.45, presso le Artificierie Almagià, in collaborazione con il Comune di Ravenna) Dante a scuola con noi: una serata dedicata alla presentazione dei lavori realizzata dagli studenti nell’anno scolastico 2014-2015. Il calendario di “Dante in Rete” termina il 29 settembre, alle ore 21, nella Basilica di San Francesco, con Dante a Ravenna, la Commedia nel Mondo: lo spettacolo (realizzato in collaborazione con il Comune di Ravenna e il Centro Relazioni Culturali), porterà in scena diversi studenti stranieri che si cimenteranno a leggere nella rispettiva lingua madre il canto I del Purgatorio, e si concluderà con la presentazione dei progetti del concorso, rivolto alle scuole superiori, Un reportage per Dante.

Sabato 19 settembre, alle ore 21 presso il cortile passeggi della Casa Circondariale di Ravenna, si terrà la IV edizione del progetto “Dante entra in carcere”, quest’anno intitolato Dentro Dante. Il progetto, realizzato in collaborazione con il Liceo Classico Dante Alighieri, consiste nel dar vita ad una rappresentazione teatrale in cui a entrare in scena l’uno accanto all’altro saranno i detenuti e gli studenti; i singoli partecipanti sono stati seguiti e guidati in questo impegnativo percorso dal regista Mario Battaglia e dal giovane attore Lorenzo Carpinelli.

 

Massimo CacciariUn posto di riguardo all’interno di “Ravenna per Dante” lo detiene “Dante 2021” (vedi articoli correlati), importante e consolidato festival culturale ideato e sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna con la direzione scientifica dell’Accademia della Crusca. Il ricco programma della manifestazione, quest’anno giunta alla sua V edizione, si svolge dal 16 al 26 settembre: gli incontri proposti sono raggruppati sotto il motto «come piante novelle / rinnovellate di novella fronda» (Purgatorio XXXIII, 143-144), ad indicare il continuo e progressivo rinnovarsi della scrittura e del progetto poetico e morale dantesco. Gli aspetti sviluppati saranno in particolare due: il valore di Dante come “ambasciatore” internazionale e nazione della lingua italiana; e l’interazione tra discipline artistiche diverse: esemplare è la collaborazione tra Mimmo Paladino e Alessandro Haber sotto il segno degli scritti danteschi di Jorge Luis Borges, per un lavoro commissionato dal Festival che sarà presentato in prima assoluta. Non meno significativi gli interventi di Massimo Cacciari e Carlo Ossola, e il confronto tra Ferruccio de Bortoli e Antonio Patuelli. Infine la bravura interpretativa di Virginio Gazzolo porterà in scena Il fiore: testo poco noto, attribuibile o meno a Dante a seconda delle interpretazioni.

In ultimo ma non meno importanti si segnalano le iniziative proposte dal Parco Letterario Le Terre di Dante, nato un anno fa in collaborazione con la Società Dante Alighieri e Paesaggio Culturale Italiano. Il 28, 29 e 30 settembre il Parco ha organizzato un suggestivo viaggio lungo la cosiddetta via dell’esilio, che si svolgerà percorrendo la ferrovia centenaria transappenninica da Firenze a Ravenna, con soste intermedie a Marradi e a Faenza. Infine, il 18 ottobre, il Parco Dante insieme a Ravenna parteciperanno alla “Giornata Nazionale dei Parchi Letterari”, che proporrà eventi culturali e gastronomici e pacchetti soggiorno. Per l’impegno profuso finora, il Parco Dante parteciperà, dal 25 al 27 settembre a Milano, all’82° Congresso internazionale della Socità Dante Alighieri, dove, in occasione dei 750 anni della nascita di Dante, porterà il saluto il presidente della Repubblica Mattarella.

ESP AREA PLUS – HOME BILLB MID FISSO 22 11 – 08 12 21
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 – 31 12 21
REGIONE ER GARANTI 2 BILLB 29 11 – 19 12 21
RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21