Torna la stagione per famiglie all’Almagià tra spettacoli, feste e laboratori

Il cartellone delle Arti della Marionetta, a cura del Teatro del Drago

In occasione della Notte d’oro, sabato 10 ottobre dalle 17.30 all’Almagià (zona Darsena di Ravenna) si terrà una vera e propria festa per presentare la 27esima edizione della stagione teatrale Le Arti della Marionetta, appuntamento annuale domenicale con il teatro (con protagoniste alcune delle più interessanti compagnie del panorama italiano) rivolto al pubblico delle famiglie con bambini.

A curare la stagione in collaborazione con il Comune sarà ancora il Teatro del Drago, famiglia d’arte che lavora nel teatro di figura dal 1840 portando avanti un progetto culturale e di vita mirato alla diffusione e alla conoscenza delle arti. Con questo spirito organizza la stagione teatrale «con la convinzione che oggi, più di ieri – si legge in una nota del Teatro del Drago –, più di ieri, sia fondamentale per la crescita delle nuove generazioni, una forte impronta culturale e che il teatro può essere sia un momento di svago o di formazione, ma anche uno degli elementi indispensabili nello sviluppo dell’individuo, nelle varie fasi della sua vita, per poter conquistare una propria libertà intellettuale e migliorare la qualità del quotidiano».

Durante il pomeriggio del 10 ottobre verrà presentato il cartellone della stagione con approfondimenti sui singoli spettacoli e alcune sorprese per i più piccoli. Fra gli ospiti Fagiolino Fanfan e i collaboratori, i promotori e gli sponsor dell’iniziativa.

Entrando nel dettaglio del cartellone della manifestazione – presentato in questi giorni in una conferenza stampa con l’assessore alla Cultura del Comune, Ouidad Bakkali (nella foto a sinistra con Roberta Colombo del Teatro del Drago) –, ospiterà dodici titoli che si svolgeranno da ottobre a febbraio alle Artificerie Almagià, ma anche laboratori ed eventi che vedranno coinvolto un altro luogo importante della città: il museo La Casa delle Marionette di vicolo Padenna, in centro a Ravenna.

Per quanto riguarda i titoli che verranno proposti, si alterneranno fiabe classiche a testi della letteratura, spettacoli di arte popolare, arte circense e teatro comico d’attore; tornerà la mini rassegna dedicata ai piccolissimi e non mancheranno gli spettacoli di burattini del panorama italiano. Come si ripete da alcuni anni, da segnalare anche una presenza internazionale: Z le avventure di Zorro della compagnia italo-spagnola Ferrè & Ronga.

Una novità di questa edizione sarà lo spettacolo di apertura della stagione del 24 ottobre, in serale (ore 21), dedicato alle mamme e ai papà: I primi cento anni di Edith Piaf del Teatro Potlach, una delle compagnie storiche della ricerca italiana per un viaggio musicale nella Francia degli anni 30-50 (bambini ingresso gratuito under 16).

L’apertura ufficiale della stagione è invece in programma il giorno successivo, domenica 25 ottobre, alle 16.30 con I tre porcellini (nella foto in alto), uno dei cavalli di battaglia del Centro di produzione per l’Infanzia e la Gioventù, Fontemaggiore di Perugia.

Il 15 e il 22 novembre sul palcoscenico dell’Almagià rispettivamente la compagnia Teatro dell’Acquario di Cosenza presenterà un classico della letteratura, Il piccolo principe, e la compagnia I Ciarlatani di Rimini uno spettacolo sull’arte circense dal titolo All’incirca il circo.

Torna poi, come detto, la rassegna “Le Arti per i piccolissimi” in collaborazione con Ravenna Teatro/Drammatico Vegetale, con tre spettacoli dedicati appunto ai piccolissimi: il primo, Lo zoo di Pinocchio, debutterà venerdì 27 novembre (con doppia replica sabato 28) allo spazio Vulkano di San Bartolo, mentre alle Artificerie Almagià verranno presentati, nella giornata di domenica 29 novembre, Teo ha le orecchie curiose, co-produzione Teatro del Drago e Artesonoraperibambini/Immaginante, e Piccolissimo. Tutti e tre gli spettacoli sono adatti ai bambini a partire dai 20 mesi.

L’anno nuovo si apre con la sezione dedicata interamente alla figura del burattino e al mondo della commedia dell’arte di cui fanno parte tre spettacoli: La mirabilante istoria di Fasolino (6 gennaio), Storie di Arlecchino (17 gennaio), e Z le avventure di Zorro, coproduzione italo-spagnola (24 gennaio).

L’ultimo appuntamento è per domenica 21 febbraio: dopo l’ottimo successo di pubblico ottenuto nella scorsa stagione con Romanzo d’infanzia della compagnia Abbondanza/Bertoni, continua la collaborazione con il festival di danza contemporanea Today to Dance (ideata da Cantieri e condivisa anche da Ravenna Teatro e Ravenna Manifestazioni) con il curioso spettacolo Sherlock – Teatro delle Bricole/Fondazione Solares delle Arti – progetto affidato a CollettivO CineticO, con il sostegno di Ater Teatro.

A tutto questo si aggiungono le tre feste (per Halloween, Befana e Carnevale), durante le quali oltre agli spettacoli (il 31 ottobre L’orco del teatro di Eventi Culturali/Teatri Comunicanti e il 6 febbraio Pulcinella Mon Amour) si terranno all’Almagià laboratori, animazioni ed eventi ludici. 

Confermata l’iniziativa storica “Il piccolo giornalista”, che permette a ogni spettatore di esprimere il proprio parere critico sullo spettacolo visto, confrontandosi, a seconda della propria esperienza, con il disegno o la scrittura.

Ogni anno la stagione é supportata da imprenditori privati che credono nella cultura e nella qualità della vita che da essa deriva: tutto il lavoro sul settore privato é curato da Reclam Edizioni e Comunicazione.

Da sabato 10 ottobre in occasione della festa sarà possibile prenotarsi per tutti gli spettacoli in cartellone (i biglietti non hanno subito variazioni di prezzo rispetto alle trascorse stagioni) e sarà inoltre possibile acquistare la Fagiolino Card (un carnet di 10 spettacoli al prezzo vantaggioso di 50 euro).

Il programma della stagione é disponibile sia sul sito www.teatrodeldrago.it che sulla pagina Facebook. Infoline biglietteria 0544-509590; il sabato e nelle giornate di spettacolo 392 6664211, oppure info@teatrodeldrago.it.

ESP AREA PLUS – HOME BILLB MID FISSO 22 11 – 08 12 21
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 – 31 12 21
RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21