Eventi nelle piazze principali di Ravenna e video 3D su Sant’Apollinare in Classe

Torna la rassegna Bella di sera per animare il centro storico in estate
In San Francesco band alternative di fama come Sacri Cuori e Ronin

La collaborazione tra imprenditori, associazioni di categoria e Comune di Ravenna ha portato quest’anno a un calendario di iniziative estive in centro storico forse mai così vario, «con eventi praticamente tutte le sere», ha sottolineato la dirigente comunale Maria Grazia Marini durante la presentazione in Municipio. Un calendario offerto a tutti i ravennati e che a parte qualche eccezione non sarà certo da solo in grado di attirare nuovi turisti – sono le parole del nuovo assessore al Turismo, Giacomo Costantini, alla sua prima uscita pubblica di fronte alla stampa – ma che darà la possibilità agli ospiti della città di vivere un’esperienza in più, di aggiungere «stupore» alla loro vacanza e, perché no, di condividere questi momenti sui social network e contribuire così ad accrescere la reputazione di Ravenna sul web. Rispondendo anche alle lamentele espresse durante la conferenza stampa di presentazione da parte di un’operatrice del centro per le poche presenze delle scorse settimane, Costantini non può poi fare altro che ammettere come la stagione sia iniziata in sordina, a causa in particolare delle condizioni climatiche di maggio e giugno, sottolineando però come il calendario di iniziative possa contribuire a dare una mano agli stessi operatori – che ha ringraziato per la collaborazione totale – in queste settimane estive.

Entrando nel dettaglio del programma, il cartellone della storica rassegna “Ravenna Bella di Sera” sarà per la prima volta suddiviso chiaramente in due piazze (con il Comune che si è fatto carico dei palchi, a disposizione anche per i privati, a cui è stata concessa gratuitamente la licenza di pubblico spettacolo): la centralissima del Popolo (dove si terranno per la prima volta anche gli incontri poetici di “O musiva musa”, solitamente gli anni scorsi in zona San Vitale) e la suggestiva San Francesco, in parte rivitalizzata grazie alla presenza della pasticceria Palumbo e già la scorsa estate utilizzata come palcoscenico per serate di spettacolo sempre molto affollate. Qui si terranno – oltre alla rassegna di jazz e dintorni della stessa Palumbo – i due concerti più importanti dell’estate cittadina, nel giro di tre giorni, con protagoniste band romagnole di folk-rock strumentale con una fama nel circuito alternativo che da anni ha superato anche i confini nazionali. Si tratta dei Sacri Cuori, che suoneranno in piazza San Francesco venerdì 15 luglio con la partecipazione della cantante australiana Carla Lippis, e dei Ronin di Bruno Dorella, sul palco il 17 nell’ambito del mini-tour che li vede impegnati con la partecipazione della cantante ravennate Francesca Amati. La musica in piazza San Francesco sarà protagonista anche in agosto con il ritorno della rassegna “Sotto le stelle di Galla Placidia”, sotto la direzione artistica di Matteo Salerno e con proposte dall’approccio divulgativo che spaziano dalla musica popolare allo swing e alla canzone d’autore.

COOP SAN VITALE MRT MATER NATURAE 12 – 25 10 20

Farà tappa in centro nell’ambito di “Bella di sera” anche la rassegna voluta dall’Apt regionale dedicata alla musica tradizionale con la “Notte del liscio” che porterà tre serate di folklore in piazza del Popolo a Ravenna (l’evento è itinerante in tutta la Romagna e si terrà anche sui nostri lidi), mentre l’evento più atteso è forse ancora una volta quello legato ai video in 3D di Andrea Bernabini e del suo staff, un progetto pensato per i monumenti Unesco ravennati e che quest’anno si terrà sul retro (per motivi tecnici) di Sant’Apollinare in Classe (sabato 30 e domenica 31 luglio), con navette dal centro per agevolare i turisti e migliaia di spettatori previsti (considerato il successo delle edizioni precedenti).

Sempre legate al patrono di Sant’Apollinare sono le iniziative curate dalla Diocesi per soddisfare anche un turismo religioso molto sviluppato – come sottolinea l’assessore Costantini –, in particolare nell’anno del Giubileo. Oltre a concerti e momenti liturgici, da segnalare l’appuntamento senza dubbio storico di veneredì 15 luglio (dalle 17.30) quando al museo arcivescovile di piazza dell’Arcivescovado verrà inaugurato l’allestimento delle antiche (del IX e X secolo) lamine di Sant’Apollinare. Si tratta delle lamine d’argento rinvenute nel 1173 nella tomba del santo e praticamente mai mostrate prima, che ora saranno invece esposte in maniera permanente al museo.

Il cartellone estivo (a cui complessivamente il Comune di Ravenna ha contribuito sotto vari aspetti con un contributo economico di circa 90mila euro e che si avvale anche del supporto della fondazione del Monte di Bologna e Ravenna) comprende anche altre numerose iniziative dei privati: qui sotto in allegato pubblichiamo integralmente il materiale e il programma fornito nel corso della conferenza stampa; per altre informazioni e il programma dettagliato sera per sera, consultare questo link.

STUDIO MARTINI ADV FLESSIBILITA LEAD TOP 19 – 25 10 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -31 10 20
REGIONE ER PARTECIPAZIONE LEADERB BOTTOM 19 -25 10 20
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20