Vino e cibo per tre giorni in sei piazze: Giovinbacco torna in centro storico e si allarga

Quattordicesima edizione della manifestazione dedicata al Sangiovese e ai vini di Romagna. Dal 21 ottobre spazio anche al mangiare

Non solo vino ma anche cibo, non più solo in una piazza ma in sei: la quattordicesima edizione di Giovinbacco, manifestazione enologica dedicata al Sangiovese e agli altri vini romagnoli, come nel 2015 si svolgerà nel centro storico di Ravenna (dal 21 al 23 ottobre) ma in una versione ampliata, sia negli spazi occupati che nell’offerta enogastronomica.

Dove si beve? Ricordando le difficoltà dell’anno scorso quando i visitatori assaltarono il piccolo stand in piazza del Popolo, quest’anno le degustazioni di vino si terrano anche nell’adiacente piazza Garibaldi: «L’allestimento – spiegano gli organizzatori – sarà diverso dalla passata edizione e lo spazio a disposizione del pubblico e delle cantine sarà più ampio: in questo modo la degustazione sarà facilitata e il contatto fra pubblico, produttori e sommelier sarà più agevole».

FAMILA MRT 24 11 – 02 12 20

Dove si mangia? Il cibo invece troverà spazio in piazza Garibaldi e altre quattro aree del centro: piazza dell’Unità d’Italia, piazza XX Settembre, piazza Einaudi e piazza San Francesco. Questa l’offerta a disposizione dei visitatori: in piazza Garibaldi l’alleanza Slow Food dei Cuochi con la presenza di tre ristoranti (Osteria del Gran Fritto, la Campanara e I Passatelli del Mariani); in piazza XX settembre i chioschi con le piadine di Ravenna, Rimini e Cesenatico (tre maniere differenti di interpretare il cibo di strada per eccellenza della Romagna) e quelli con le birre artigianali; in piazza Unità d’Italia gli stand di Slow Food e dell’Associazione Il Lavoro dei Contadini con prodotti, incontri, laboratori, degustazioni, artigianato artistico e piatti cucinati al momento; in piazza Einaudi gli stand per la degustazione del cibo di strada di qualità con Osteria L’Acciuga, Ristorante Casa di Mare, Casa Spadoni, Per Te Catering e Borgo dei Guidi; in piazza San Francesco lo stand della Pasticceria Palumbo propone per tre giorni le panelle, gli arancini di Sicilia e altre specialità. Anche quest’anno sabato e domenica appuntamento con Madra, il mercato agricolo domenicale di Ravenna nelle vie Gordini e Corrado Ricci.

Quanto costa? L’ingresso in tutti gli spazi e stand è libero. Per gli assaggi di vino sono a disposizione carnet di tagliandi per le degustazioni (4, 6 e 10), che si acquistano in Piazza del Popolo e in Piazza Garibaldi con un costo da 8 euro a 15 euro con il calice e da 6 a 13 euro senza calice. Per alcune degustazinoi particolari sono necessari due tagliandi. I biglietti per l’assaggio del cibo di strada si acquistano nei singoli stand o chioschi e gli acquisti alle bancarelle del mercato agricolo e artigianale si fanno direttamente al banco vendita. Novità di quest’anno la possibilità di pagare con la app di Satispay usufruendo di agevolazioni e sconti sulle consumazioni con il semplice utilizzo di un cellulare.

Chi organizza? L’evento è realizzato con il patrocinio e la compartecipazione del Comune nonché con la collaborazione di numerosissimi soggetti pubblici e privati. Alla presentazione dell’evento in municipio c’erano l’assessore regionale al Turismo Andrea Corsini, l’assessore al Commercio e alle attività produttive del Comune Massimo Cameliani, il presidente dell’agenzia Tuttifrutti Nevio Ronconi e alcuni rappresentanti della Condotta Slow Food di Ravenna. Con loro anche il sindaco Michele de Pascale: «Con questo evento Ravenna diventa vetrina di eccellenze enogastronomiche di tutta la Romagna. Questo è molto importante nell’ottica di concepire la Romagna come unica grande destinazione turistica». Per ogni ulteriore informazione anche sul calendario di iniziative ed eventi collaterali è possibile consultare il sito web www.giovinbacco.it.

ARKA ERGO STUDIO BILLB 12 – 30 11 2020
CONAD APERTI BILLB 22 03 -30 11 20
REGIONE ER LAVORO LEADERB MID1 12 – 29 11 20
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20