I fuochi d’artificio di Ferragosto si faranno ma si vedranno solo dal molo

La riduzione del budget a disposizione ha ridotto l’altezza dello spettacolo. La pro loco: «Potrebbe essere l’ultimo anno»

15 08.2016 Marina Di Ravenna Fuochi Di FerragostoIl tradizionale spettacolo pirotecnico di Ferragosto a Marina di Ravenna, appuntamento fisso che va avanti dagli anni Cinquanta, si farà anche nel 2017 seppure in versione meno scenografica. E potrebbe essere l’ultimo anno. Marino Moroni, presidente della pro Loco, torna a lanciare l’allarme per la mancanza di fondi a sostegno delle iniziative promozionali nella località rivierasca. Se anche quest’anno ci saranno i fuochi lo si deve allo sforzo di due soggetti: l’azienda Martarello Group di Arquà Polesine e Expo Fiere. «Da anni ci rivolgiamo ai primi per i fuochi – dice Moroni –, sono grandi professionisti che a giugno hanno vinto il campionato mondiale dei fuochi d’artificio in Vietnam. Quando hanno saputo delle nostre difficoltà ci sono venuti incontro offrendoci una parte dello spettacolo». A rendere possibile i fuochi saranno anche le maggiori entrate avute dalla pro loco in occasione delle sagre paesane particolarmente frequentate finora.

A inizio estate la pro loco aveva ventilato l’ipotesi che quest’anno non ci fossero i fuochi d’artificio. «A fine 2016 il Comune ha ritenuto di non confermare i contributi annuali e così abbiamo chiuso l’anno con un passivo nel bilancio che dobbiamo ripianare tra il 2017 e il 2018. In secondo luogo sono state fatte alcune scelte sui mercatini che hanno portato ad una riduzione del contributo di Expo Fiere, l’azienda che li organizza, verso la pro loco di Marina di Ravenna di circa cinquemila euro rispetto allo scorso anno. Infine la scelta, legittima, di affidare ad altri l’organizzazione della Notte Rosa ha portato alla Pro Loco mancati incassi per più di quattromila euro. L’insieme di questi tre fattori equivale al costo del tradizionale spettacolo di Ferragosto».

Moroni ci tiene a sottolineare che lo show sarà ben visibile solo dal molo e dalla zona del bacino pescherecci: «Il budget (6-7mila euro) inferiore rispetto a quello degli altri anni ha portato a un ridimensionamento dello spettacolo per quanto riguarda l’altezza degli artifizi». Il presidente della pro loco prova a dare uno scossone alla comunità locale: «Se il paese vuole che lo spettacolo continui serve il contributo di tutti, non soltanto le lamentele per l’eventuale mancanza dei fuochi che si finanziano con i soldi, non con le parole».

Lo spettacolo è il clou della Festa del Mare, una delle più longeve feste della provincia. Nata negli anni Settanta, organizzata da vari soggetti (la Pro Loco è subentrata nel 1989) la festa inizierà l’11 agosto per concludersi il 16. Si proseguirà poi fino al 19 sotto forma di Festa dello Sport. Proprio la gestione dello stand del pesce da parte di due attività sportive (Atletica Mercurio e Gs Drago) è la novità di quest’anno: «La pro loco – dice Moroni – ha deciso di aiutare le attività sportive ad autofinanziarsi lasciando loro anche durante la Festa del Mare l’intera gestione della ristorazione gastronomica tipica di Marina. Dall’altra parte continua la tradizionale collaborazione con il Gruppo Sportivo di Brisighella che servirà il menù di carne. Anche le associazioni sportive attraversano un momento di grande difficoltà, per questo siamo contenti di dar loro una mano». Durante i nove giorni di festa tutti i giorni in piazza Dora Markus ci saranno spettacoli e intrattenimento, da segnalare la serata del 18 agosto quando saranno premiati i campioni dello sport di Marina di Ravenna.

ESP AREA PLUS – HOME BILLB MID FISSO 22 11 – 08 12 21
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 – 31 12 21
RAVENNANTICA MOSY NUOVO BILLB 17 09 – 31 12 21