Il fresco stimola i dolci

Ho voglia di dolci. Quando arriva l’aria fresca viene voglia di gustare il cioccolato e di mangiare dolci, perciò oggi ricetta dedicata.
 Alsaziana di ricotta e prugne (questa ricetta mi è venuta alla memoria lunedì, quando ho visitato il mercato dei contadini e ho acquistato della buonissima ricotta e delle prugne).
Ingredienti e preparazione per la pasta frolla: 250 gr. di farina 00, 150 gr. di burro, 60 gr. di zucchero, 1 uovo, un poco di scorza di limone grattugiata. Miscelare insieme farina e burro morbido, fare delle briciole e poi un cratere, al centro mettere lo zucchero e l’uovo, impastare tutto velocemente, fare una palla, avvolgerla con pellicola e tenere in frigorifero per circa un’ora. Se si vuole utilizzare una pasta senza zucchero si può realizzare con la pasta brisée.

Per il ripieno: 750 gr. ricotta, 3 tuorli, 80 gr. di fecola 1/4 di panna, 80 gr. di zucchero, 3 albumi montati a neve, una bustina di vanillina. 1 kg. prugne lavate e snocciolate, tagliate a metà e cotte in un tegame basso e largo con un bicchiere di vino rosso con  un cucchiaino di cannella e 5 chiodi di garofano e pochissimo zucchero (anche niente) e cuocerle.
Esecuzione. Prendete uno stampo con la cerniera, foderate il fondo e i bordi con un disco sottile di pasta frolla, mettete sul fondo le prugne cotte, senza liquido di cottura, poi il composto, preparato in questo modo: passate la ricotta con lo schiacciapatate o il passaverdure, unite i tuorli, la fecola poi montate la panna con 2/3 di zucchero e gli albumi con 1/3 dello zucchero, mescolate tutto insieme e ricoprite le prugne. Cuocere in forno già caldo a 180° per circa un’ora. Togliere dal forno, aspettate una diecina di minuti, far scivolare il dolce su una gratella per pasticceria, affinché perda l’umidità. Quando è freddo adagiare su un piatto da portata e spolverare con zucchero vanigliato. PS. Ho commesso una dimenticanza l’altra settimana con lo strudel, non ho specificato la quantità d’acqua nella quale si deve sciogliere il burro, circa un mezzo bicchiere, poi se l’impasto risulta troppo duro se ne può aggiungere ancora. Mi scuso molto.

RECLAM RPQ WEB MASTER BILLB 15 01 – 30 04 21
RAVENNANTICA MOSTRE TAMO BILLB TOP 08 04 – 30 06 21