Il leggendario Bc Studio di Martin Bisi: e per un attimo New York è più vicina…

BC 35: The 35 Years Anniversary Of BC Studio (Bronson Recordings)
Martin Bisi BC35 E1524213733935Uno solo dei miei tanti dischi è stato registrato in America, per la precisione a New York, al BC Studio di Martin Bisi. E mi è bastato per capire perché il rock americano “suona”, mentre quello europeo “prova a suonare”. Stanze di ripresa enormi, che danno già un suono perfetto, e permettono al fonico di intervenire il meno possible in post produzione. Diventa un atteggiamento mentale: quel che è fatto bene non si tocca, ha già la sua anima. E le sporcature del suono? È il bello del rock! Si lascino i fruscii, gli scricchiolii, i respiri, tutto ciò che è vivo! D’altronde stiamo parlando di uno studio leggendario, fondato da Martin Bisi e Bill Laswell con i soldi di Brian Eno. Lì ogni angolo è pura mitologia. Vedi quel buco nel muro? È stato Michael Gira che ha tirato una sedia in un momento di frustrazione… Bella quella chitarra vero? Usala pure, l’ha dimenticata Thurston Moore, chissà quando viene a riprendersela… Pare persino che i Naked City abbiano registrato la batteria di Torture Garden in bagno, e che Joey Baron si sedesse “proprio lì”…

Siamo a New York, ragazzi, certa roba succede solo qui. Un giorno i Material portano una ragazza giovane a registrare in studio per la prima volta, si chiama Whitney Houston… Ma soprattutto in questo studio nascono i capolavori di tanti movimenti newyorkesi seminali, prima la no wave, poi il rap (i primi dischi di Afrika Bambaata), poi il white dub e la illbient grazie a Laswell, quindi il treno in corsa del noiserock targato Alternative Tentacles ed Amphetamine Reptile (Unsane, Helmet, Cop Shoot Cop, Foetus, Boredoms), tutto Gira (dagli Swans all’etichetta Young God), e via elencando Sonic Youth, John Zorn, Dresden Dolls, White Zombie, un grammy vinto grazie a Herbie Hancock.

Incredibile quanti dischi della mia collezione siano stati registrati qui, e mi piace citare soprattutto i misconosciuti Alice Donut, grandioso gruppo a cavallo tra noisereock e grunge, che aveva il quartier generale proprio qui ai BC.

Ma allora com’è il disco? BC 35 racconta un weekend di performance, registrato al BC studio per celebrarne il 35° anniversario. È una megajam all stars con le caratteristiche di questo tipo di dischi, bei momenti ed altri un po’ più dispersivi, personalmente mi scatena tanti ricordi, riporterei gli OvO a registrare lì in qualsiasi momento. Ma qui conta anche l’orgoglio che a pubblicare questa jam sia una (piccola) etichetta di una (piccola) città come Ravenna, e per un attimo New York è più vicina.

CINEMAINCENTRO – CINEMADIVINO HOME BILLB MID1 19 06 – 21 07 19
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 19
CONSAR – HOME BILLB TOP 15-21 07 19