Morso a una mano per difendere il suo cane da un altro liberato dal padrone

La vittima dell’aggressione ha temuto il peggio perché utilizza un farmaco anticoagulante per motivi di salute. Prognosi di dieci giorni e denuncia per lesioni personali al proprietario dell’animale che ha aperto il cancello di casa

Mentre si trovava per strada a Faenza, a spasso con il proprio cane di taglia media, un uomo è stato morso a una mano da un Labrador uscito da un giardino privato dopo che il proprietario aveva aperto il cancello. È accaduto nel pomeriggio di ieri, 13 aprile. L’episodio non ha avuto gravi conseguenze anche se in un primo momento la vittima dell’aggressione ha temuto il peggio perché utilizza un farmaco anticoagulante per motivi di salute: l’intervento dei soccorsi, chiamati dall’uomo, e l’immediata medicazione in ospedale hanno permesso di tamponare la ferita. I medici hanno diagnosticato una prognosi di dieci giorni e l’uomo ha denunciato il proprietario del labrador per lesioni personali. Quest’ultimo dovrà rispondere anche della violazione amministrativa, e relativa sanzione, per omessa custodia di animale.

Secondo la ricostruzione delle forze dell’ordine intervenute, l’aggressione è avvenuta quando l’uomo si è fermato con il proprio cane in corrispondenza del giardino dove il Labrador abbaiava e ringhiava. I padroni di casa gli avrebbero richiesto di allontanarsi e lui avrebbe risposto che trovandosi sulla pubblica via e non all’interno di una proprietà privata non era tenuto a spostarsi. A quel punto il proprietario del Labrador ha aperto il cancello e l’uomo, per difenere il proprio animale, è stato morso. Le conseguenze dell’aggressione non sono state più gravi anche perché il padrone del Labrador ha afferrato l’animale riportandolo all’interno del giardino.

NATURASI BILLB SEMI SOIA 14 – 20 06 24
RFM 2024 PUNTI DIFFUSIONE AZIENDE BILLB 14 05 – 08 07 24
CONAD INSTAGRAM BILLB 01 01 – 31 12 24