Alberi troppo vicini ai binari ferroviari? Si rischia una multa fino a 90mila euro

TrenoLe piante ad alto fusto non possono stare a meno di sei metri dalla rotaia più vicina. Rfi ha chiesto controlli alla prefettura e agli enti locali

Multe fino a 90mila euro per i proprietari di alberi che si trovano troppo vicino alle linee ferroviarie, col rischio di creare problemi alla circolazione dei treni. Ciò vale anche per siepi e recinzioni. Sanzioni amministrative salatissime che potrebbero ora essere staccate perché la prefettura, sollecitata da Rfi (Rete ferroviaria italiana) ha mandato ai Comuni ravennati una nota in cui si chiede di prevenire eventuali situazioni di pericolo.

Lo si apprende da una nota del Comune di Faenza, ma è chiaro che la cosa è di interesse per tutte le amministrazioni da cui passa una ferrovia e per tutti quei cittadini che vivono vicino ai binari.  La prefettura invita tutti i Comuni a «predisporre verifiche sul tracciato ferroviario e sollecitare i privati a ripristinare le distanze di sicurezza dagli alberi ad alto fusto a dimora vicino ai binari, che possono costituire elemento di forte rischio, specialmente in occasione di eventi atmosferici eccezionali».

Il decreto che regola la questione «prevede infatti il divieto di far crescere lungo i tracciati delle ferrovie piante o siepi ed erigere muriccioli di cinta, steccati o recinzioni in genere a una distanza minore di sei metri dalla più vicina rotaia.  Inoltre i terreni adiacenti alle linee ferroviarie non possono essere destinati a bosco a una distanza minore di cinquanta metri dalla linea ferroviaria. Per i trasgressori sono previste sanzioni amministrative da un minimo di 30 mila euro fino a un massimo di 90 mila euro».

CONSAR HOME BILLB 08 – 30 09 20
ACCADEMIA DEL MUSICAL BILLB 17 09 – 04 10 20
CONAD APERTI BILLB 22 03 -30 09 20
REGIONE ER SCUOLA SICURA LEADERB BOTTOM 14 – 30 09 20