Rischio infiltrazioni mafiose, interdittiva del prefetto per il colosso delle slot

Provvedimento amministrativo, presentato il ricorso per evitare la chiusura. Per i legali tutto era già stato smentito dal Tar

La prefettura di Ravenna ha emesso una interdittiva antimafia per il rischio di infiltrazioni mafiose nella Romagna Giochi di Faenza, società che opera nel mondo del gioco commerciando macchinette slot e gestendo oltre cento sale in Italia. Il pool di avvocati che tutela il colosso faentino ha già presentato ricorso al tribunale amministrativo regionale per chiedere l’annullamento del provvedimento e di quelli da esso innescati.  Lo si apprende dalle pagine de Il Resto del Carlino.

L’interdittiva antimafia è un provvedimento amministrativo con finalità preventive. Secondo i legali va annullata perché non sussistono i presupposti su cui si fonda. In particolare le ragioni dell’interdittiva sarebbero da ricercare in due circostanze passate che avrebbero fatto emergere presunte vicinanze tra la società o alcune persone titolari di cariche sociali e appartenenti a famiglie considerate inserite nel contesto malavitoso. Per gli avvocati già il Tar del Lazio nel 2014 aveva giudicato illegittimi questi due accertamenti.

Per evitare di arrivare alla chiusura dell’attività – ipotesi al momento lontana ma che potrebbe essere l’esito di una serie di provvedimenti amministrativa scattati a cascata dopo l’interdittiva – la società ha proposto di affiancare un amministratore giudiziario ai vertici della società e di introdurre nl cda un generale in pensione esperto di criminalità organizzata con funzione di vigilanza.

«Fermo e impregiudicato il diritto di difesa in giudizio dei soggetti interessati e l’esito delle verifiche di legittimità che spettano alla magistratura – dice il deputato di Possibile, Andrea Maestri – non posso che registrare favorevolmente l’iniziativa della prefettura tesa a prevenire il pericolo di infiltrazioni mafiose nell’economia locale. Desidero ringraziare pubblicamente il prefetto Francesco Russo e i funzionari prefettizi che stanno operando con competenza e rigore in un ambito troppo spesso non presidiato con la necessaria attenzione da politica e istituzioni».

PERCORSO GASTRONOMICO 2022 BILLB 05 – 29 08 22
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 11 21 – 31 12 22
MOSTRA ALLA NATURA PALAZZO SAN GIACOMO BILLB 17 06 – 25 09 22