Confezionava abiti ma per il fisco non esisteva: evasi 350mila euro in due anni

Indagine della guardia di finanza. Denunciato imprenditore che avrebbe nascosto all’Erario un imponibile di 800mila euro: non aveva nemmeno i documenti contabili. Sequestrati i conti correnti

FotoPer un biennio ha confezionato abiti mantenendo la sua ditta individuale a Faenza completamente sconosciuta al fisco: tra il 2013 e il 2015 avrebbe occultato circa 800mila euro di base imponibile, evitando di versare circa 354mila euro di imposte. È la presunta condotta di un imprenditore cinese finito al centro di un’indagine conclusa dalla guardia di finanza di Ravenna nei giorni scorsi.

Il titolare della ditta è stato denunciato alla procura della Repubblica di Ravenna per omessa dichiarazione e occultamento e distruzione di documenti contabili: non solo è risultato non aver mai presentato le dichiarazioni fiscali obbligatorie, ma non è stato nemmeno in grado di esibire ai Finanzieri la documentazione contabile inerente l’attività d’impresa.

Il gip ha accolto la richiesta del sostituto procuratore Monica Gargiulo, titolare del fascicolo di indagine, e ha emesso un decreto di sequestro preventivo che ha consentito alle Fiamme Gialle di mettere i sigilli alle somme depositate sui conti correnti bancari del titolare della ditta, a tutela del credito erariale.

CONSAR BILLB 20 – 30 04 21 om
CONAD APERTI BILLB 22 03 20 – 30 04 21
RECLAM RPQ WEB MASTER BILLB 15 01 – 30 04 21