Dall’auto spara ai vigili mimando una pistola con le dita: “Bang-bang”. Denunciato

Accusa di minaccia aggravata per un 26enne al volante a torso nudo e senza cintura che ha abbassato il finestrino passando davanti a una pattuglia della polizia municipale a bordo strada

PistolaEra al volante a torso nudo e senza cintura e quando è capitato davanti a una pattuglia della polizia municipale impegnata in controlli stradali ha rallentato, abbassato il finestrino e ha mimato il gesto di una pistola con le dita della mano pronunciando “bang-bang” come a sparare un colpo per ognuno degli agenti. La scena da gangster movie è successo a Faenza nei giorni scorsi ed è costata una denuncia per minacce aggravate per un 26enne romeno residente a Solarolo da tempo. Dopo aver sparato per finta ai vigili urbani, l’automobilista è ripartito a velocità e gli agenti lo hanno inseguito.

La polizia locale di Faenza sottolinea che «la Corte di Cassazione ha sancito con la sentenza 25165/2015 che “integra il reato di minaccia anche il gesto della mano con il quale si mima una finta pistola rivolta contro pubblici ufficiali”». Inoltre sottolinea che «i numeri delle aggressioni verso gli operatori delle forze dell’ordine sono in continuo aumento con numeri inquietanti che vedono nel 2018 l’Arma dei carabinieri quella più colpita dagli attacchi. I militari feriti in Italia, nel corso del 2018, risultano infatti essere stati 1.210, seguiti dai 1.137 operatori della Polizia di Stato e dai 405 agenti della Polizia Locale. Numeri impressionanti. Per tali motivi, la polizia locale manfreda continuerà a procedere sempre e comunque con la massima fermezza nei confronti di chiunque si permetterà di mettere in essere, anche solo verbalmente, come in questo caso, comportamenti ostili verso gli agenti in servizio».

CONAD VINI SABBIONI ORIOLO MRT2 07 – 24 01 20
DECO – PIADINA LORIANA LEAD HOME E CULT SPETTACOLI 01 01 – 31 12 20
RD CASA ANNUNCI – HOME LEAD BOTTOM 01 01 19 – 31 12 20