Chiedono soldi spacciandosi per parenti malati di Covid: «Occhio alla truffa»

L’allarme della polizia locale di Ravenna, che invita a rivolgersi alle forze dell’ordine in caso di telefonate sospette

1902910 Anziana TruffataSi spacciano per figli o nipoti con il Covid, o comunque ammalati e bisognosi di denaro, cercando così di raggirare le persone più vulnerabili. Si stanno moltiplicando in questi giorni i tentativi di truffe telefoniche, legate all’emergenza Coronavirus, in particolare ai danni di anziani.

Sono svariati gli episodi segnalati alla Polizia Locale di Ravenna.

L’emergenza sanitaria e l’isolamento hanno offerto purtroppo il pretesto per cui malviventi, spacciandosi per figli o nipoti (dei quali tra l’altro conoscono il nome) e approfittando della condizione di fragilità della controparte, dichiarano di trovarsi in ospedale per il Covid e di avere impellente necessità di contanti per cure costose e assistenza.

La Polizia Locale «invita tutti i cittadini a prestare la massima attenzione e a rivolgersi alle Forze dell’Ordine, per qualsiasi dubbio, ogni qualvolta ricevano insolite richieste di denaro/oggetti preziosi, da “familiari” in presunta difficoltà».

CONSAR BILLB 16 – 22 05 22
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 11 21 – 31 12 22
ASER LEAD BOTTOM 01 04 – 30 06 22