Torna libera in mare la tartaruga di 70 kg che aveva rischiato di annegare

Finita per sbaglio in una rete da pesca a strascico, non era riuscita risalire in superficie a respirare per lungo tempo. I ricercatori del Cestha l’hanno curata per un mese

WhatsApp Image 2022 08 05 At 14.11.06 (3)È tornata libera in mare aperto al largo di Marina di Ravenna una tartaruga di 70 kg che aveva rischiato di annegare dopo essere stata accidentalmente catturata da una rete a strascico che l’ha costretta sott’acqua impedendole di tornare in superficie a respirare. Moby Dick, questo il nome assegnato all’esemplare femmina di Caretta caretta, era arrivata il 6 luglio al centro ricerche marine Cestha nella località ravennate. Dopo un mese di assistenza, l’animale è tornato in Adriatico, in un punto compreso tra alcune piattaforme metanifere perché protetto da norme che vi vietano pesca ed altre attività antropiche.

A portare al largo e in acque sicure la tartaruga marina è stata la motovedetta CP 274 della capitaneria di porto insieme ai ricercatori del Cestha, e con l’assistenza della motovedetta CP 552 dell’Ufficio Locale marittimo di Cervia. Moby Dick appartiene ad una specie protetta, che riveste un ruolo ecologico molto importante per la biodiversità del Mediterraneo e del Mare Adriatico.

PERCORSO GASTRONOMICO 2022 BILLB 05 – 29 08 22
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 11 21 – 31 12 22
MOSTRA ALLA NATURA PALAZZO SAN GIACOMO BILLB 17 06 – 25 09 22