Opera e danza, nuova stagione tra grandi classici e riletture contemporanee

Importante novità il ciclo di conversazioni che rinnova l’appuntamento ‘prima dell’opera’ grazie al musicologo Guido Barbieri

Teatro Alighieri Ph MaurizioMontanariL’appuntamento di apertura della Stagione Opera 2017-18 porta al centro dell’impegno del Teatro Alighieri una nuova produzione originale di teatro musicale, La guerra dei topi e delle rane (18, 19 dicembre matinées per le scuole; 18 dicembre per il pubblico, fuori abbonamento). Seguiranno tre coproduzioni con importanti soggetti nazionali dello spettacolo dal vivo su titoli che delineano un percorso fra fine Settecento e Novecento:Don Giovanni di Mozart, Simon Boccanegra di Verdi e La fanciulla del West di Puccini. Sul fronte danza il cartellone presenterà lavori di coreografi di punta in Italia e in Europa, affidati ad alcune fra le più prestigiose compagnie della danza contemporanea. In apertura Bella addormentata, nuova creazione di Diego Tortelli che rivisita il celebre classico col Balletto di Toscana Junior. Dalla Francia ritorna con La Fresque il prestigioso Ballet Preljocaj, mentre la compagnia Introdans, per la prima volta a Ravenna con Hooray for Hans!, offre un omaggio al maggiore coreografo olandese, Hans van Manen. La stagione si chiuderà con Aterballetto che presenterà Bliss, coreografia dello svedese Johan Inger, e Words and Space firmato dal ceco Jirí Pokorny (per tutti gli spettacoli info e prevendite al Teatro Alighieri, al numero 0544-249244 o sul sito www.teatroalighieri.org)

Un’importante novità della prossima stagione sarà il ciclo di conversazioni che accompagnerà lo svolgersi delle opere in programma: si è scelto infatti di ripensare l’appuntamento ‘prima dell’opera’ immaginando una nuova formula che potesse costituire l’occasione di un ulteriore approfondimento per il pubblico. Dalla tradizionale presentazione titolo per titolo si passerà infatti a un percorso tematico che inserisce le varie opere in programma nel contesto più sistematico di una riflessione unitaria, avvalendosi di un unico relatore a cui è affidato il compito di sviluppare ragionamenti di più ampio respiro e maggiore organicità. La presenza da alcuni anni a Ravenna di un musicologo, divulgatore e docente di Storia della Musica di grande competenza e capacità quale Guido Barbieri, ha spinto il Teatro a intraprendere questo nuovo percorso assieme a lui, avendo individuato nel tema delle figure del mito e della storia il filo conduttore che lega i titoli in programma quest’anno. Gli incontri, articolati in un ciclo di 5 conversazioni, si svolgeranno il sabato mattina alla Biblioteca Classense alle 10.30 (ingresso libero). Il 13 gennaio Orfeo, Nerone e S. Alessio. Il 20 gennaio Didone, Giulio Cesare e Don Giovanni. Il 10 febbraio Florestano, Guillaume Tell, Boccanegra e Don Carlo. Il 17 febbraio Mélisande, Pierrot, Minnie e Turandot. Il 3 marzo Lady Macbeth, Wozzeck, Oedipus e il Re di Atlantide.

FAMILA MRT 26 05 – 01 06 22
UNIVERSO BILLB 23 – 29 05 22
BRONSON BEACHES BREW BILLB MID 26 05 – 09 06 22
SAFARI RAVENNA BILLB 23 – 29 05 22
CONAD CONSEGNA A DOMICILIO BILLB 03 11 21 – 31 12 22
ASER LEAD BOTTOM 01 04 – 30 06 22